Martedì 26 Marzo 2019 | 02:51

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

 
L'analisi
Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

 
L'analisi
Il circolo vizioso che frena la Basilicata

Il circolo vizioso che frena la Basilicata

 
La riflessione
La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

 
L'analisi
Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

 
La riflessione
L’autonomia non fa cultura

L’autonomia non fa cultura

 
L'analisi
Via della seta, ma per il Sud via della beffa

Via della seta, ma per il Sud via della beffa

 
La riflessione
La metamorfosi del belpaese dalla Vlora alla Diciotti

La metamorfosi del Belpaese dalla Vlora alla Diciotti

 
L'analisi
Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

 
la polemica
La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

 
La riflessione
Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaQuote rosa
Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

 
TarantoInquinamento ex Ilva
Il Comune di Taranto discute di ambiente: presente Emiliano

Il Comune di Taranto discute dell'aumento della diossina: presente Emiliano

 
LecceLa protesta
Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

 
HomeIl caso
Bari, acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

Gioia del Colle, beve al bar acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

 
HomeL'inchiesta
La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 

Basilicata e Puglia su e giù nella scuola

di Gianfranco Viesti
di GIANFRANCO VIESTI
Il mensile Tuttoscuola ha da poco diffuso il suo “Rapporto sulla qualità nella scuola” italiana. Dopo l’edizione del 2007, questa volta vengono presentati i dati riferiti al 2010, raccolti e poi analizzati anche con l’ausilio di un Comitato Scientifico presieduto da Alfonso Rubinacci. Si tratta di un insieme prezioso di numeri; disaggregati per province e regioni, analizzano una vasta gamma di indicatori relativi alle strutture, all’organizzazione, alle condizioni del personale e ai risultati scolastici degli studenti. Meritano attenzione sia nelle loro sintesi finali, sia nei dati disaggregati.

qualitàPartiamo dalla sintesi. Quale è la qualità d’insieme della scuola pugliese e di quella lucana nel 2010? Le informazioni di questo Rapporto sono piuttosto positive. Tuttoscuola costruisce un indicatore numerico di sintesi. Per la Puglia vale 453 punti, che la collocano appena al di sotto della media italiana (457), molto vicina alla Toscana (456). Un discreto risultato, all’undicesimo posto fra le regioni. Eccellente è invece il dato della Basilicata è quinta in assoluto, con 479 punti, preceduta solo da Piemonte (prima), Friuli, Lombardia e Emilia. Basilicata e Puglia sono le migliori regioni del Sud; Sicilia, Sardegna e Campania, invece, mostrano i dati peggiori. Entrambe mostrano un avanzamento nel 2010 rispetto al 2007; la Basilicata guadagna due posti in classifica, la Puglia uno.
La situazione è però piuttosto diversificata a livello provinciale; le medie regionali, specie quella pugliese, nascondono anche situazioni con rilevanti deficit. Potenza è nella posizione migliore, anche rispetto all’intero Mezzogiorno. E’ 19ma sulle 100 province analizzate (non vengono considerate a sé le nuove province, tra cui la BAT), appena sopra Bergamo; il suo punteggio è 487. Dopo Potenza c’è Bari (471 punti); il capoluogo pugliese è al 43mo posto, sopra Reggio Emilia e Pesaro. Appena dietro c’è Matera, 47ma con 469 punti, un livello appena superiore di quello di La Spezia e Mantova. Poi Lecce, 58ma in Italia con 463 punti, ed una qualità delle scuola paragonabile a quella di Genova e Firenze. Queste quattro province sono al sopra della media italiana, che, come detto, è pari a 457 punti. Peggio le altre. Brindisi è al 69mo posto (454): non molto distante dal valore medio, appena superiore alla provincia di Roma. Più staccata Foggia, 79ma con 448 punti. Decisamente indietro Taranto (432). E’ quart’ultima fra le 100 province analizzate; ha dati migliori solo di Napoli, Catania, e Isernia, che chiude la classifica. Tuttoscuola costruisce i punteggio di sintesi analizzando indicatori raggruppati in quattro grandi ambiti: “risorse e strutture”, “organizzazione e servizi”, “condizioni del personale”, “risultati scolastici”. Il punto critico della Puglia – e il dato che fa sì che alcune sue province siano molto in basso - è quello che Tuttoscuola definisce l’ambito “dell’organizzazione e dei servizi”. Qui la Puglia ha un punteggio bassissimo, che la colloca assieme alla Sicilia in fondo alla classifica. Cominciamo a vedere i dati disaggregati partendo proprio da quest’ambito critico, per poi passare giovedì prossimo ai non pochi dati positivi.

serviziChe significa “organizzazione e servizi” secondo Tuttoscuola? Sono dati “relativi all’organizzazione dei servizi scolastici, che offrono indicazioni importanti sulle concrete condizioni nelle quali vivono le scuole e operano gli insegnanti”. I dati sono riferiti all’affollamento delle classi (numero medio di studenti), ai servizi di supporto (mense e bus), al tempo scuola (diffusione del tempo pieno) e allo sforamento dei tetti di costo per i libri di scuola. Si noti che sono questioni per le quali le decisioni vengono prese a più livelli: Ministero (organici), Regioni (dimensionamento rete scolastica) e soprattutto Enti Locali (trasporti, mense). La situazione peggiore si ha in Puglia proprio per mense e trasporti. Ultima in Italia, e con un dato che è meno della metà della media nazionale. Taranto è nella condizione peggiore fra tutte le province italiane, ma anche le altre quattro sono bassissime nel confronto. E’ possibile citare qualche dato specifico. Brindisi è la peggiore provincia italiana per la percentuale (solo il 3,8%) dei bambini della scuola per l’infanzia che usufruiscono di un servizio autobus. Taranto è la peggiore provincia italiana per il numero di scuole medie che dispongono del servizio mensa (3,5%). Ma per mense e trasporti, come detto, tutte le province pugliesi sono messe molto male: si addensano tutte in fondo alla classifica. Molto migliore la situazione in Basilicata.
La situazione pugliese è peggiore della media nazionale anche per quanto riguarda la l’affollamento delle classi; la Puglia è in fondo alla classifica insieme a Lombardia, Marche e Emilia. Per il tempo pieno è invece vicina alla media italiana. E si noti che la regione italiana nella quale il tempo pieno a scuola è più diffuso è invece proprio la Basilicata, che anche in questo caso mostra una situazione eccellente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400