Domenica 24 Marzo 2019 | 11:52

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

 
L'analisi
Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

 
La riflessione
L’autonomia non fa cultura

L’autonomia non fa cultura

 
L'analisi
Via della seta, ma per il Sud via della beffa

Via della seta, ma per il Sud via della beffa

 
La riflessione
La metamorfosi del belpaese dalla Vlora alla Diciotti

La metamorfosi del Belpaese dalla Vlora alla Diciotti

 
L'analisi
Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

 
la polemica
La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

 
La riflessione
Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

 
L'analisi
Quando a inquinare provvedevano i cavalli

Quando a inquinare provvedevano i cavalli

 
La riflessione
Un Paese tra medioevo e corti barocche

Un Paese tra medioevo e corti barocche

 
L'analisi
Il piano crescita e la campagna elettorale permanente

Il piano crescita e la campagna elettorale permanente

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Bari, le scelte di mister Cornacchini"Palmese difesa forte e ben organizzata"

Bari, le scelte di mister Cornacchini
"Palmese difesa forte e ben organizzata"

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraDroga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva, Fim a Regione Puglia: «Avviare corsi per lavoratori in cassa integrazione»

Ex Ilva, Fim a Regione Puglia: «Avviare corsi per lavoratori in cassa integrazione»

 
LecceLa visita
Patto Cnr-Eni sulla ricerca: il premier Conte in visita a Lecce

Patto Cnr-Eni sulla ricerca: il premier Conte a Lecce incontra anche olivicoltori

 
FoggiaOccupazione
Foggia, i Centri per l’impiego si allargano

Foggia, i Centri per l’impiego si allargano

 
BrindisiIl caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
BatIl caso
Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

 
Altre notizie HomeTra sacro e profano
Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

 
HomeVoto day
Elezioni regionali in Basilicata, urne aperte: si vota dalle 7 alle 23

Elezioni regionali in Basilicata, urne aperte: si vota dalle 7 alle 23

 

La lettura è morta Viva la lettura

di Giuseppe Laterza
di Giuseppe Laterza
Iprofeti di sventura del libro sono stati smentiti dai fatti per l’ennesima volta. Dopo aver scommesso sulla morte del libro per via dei CD Rom e poi di Internet, più di recente i guru digitali avevano pronosticato l’avvento dell’e-book come nuovo mezzo pratico e capiente in grado di seppellire definitivamente il caro vecchio libro cartaceo. Non è successo: in Europa il mercato del libro elettronico è ancora di dimensioni irrisorie, ben sotto il 5%, in Italia meno dell’1%...

Tutto bene dunque per il libri? Non proprio. La crisi economica incide anche sui consumi culturali e le ulteriori riduzioni dell’intervento pubblico a sostegno di biblioteche civiche e scolastiche, specie al Sud rendono la situazione sempre più difficile. La nascita del Centro del libro, pubblicizzata con tanto di grancassa, non ha portato fin qui grandi risultati, anche perché i fondi di cui è dotato sono esigui e i referenti ministeriali (come al solito) mutevoli.

Nei prossimi giorni dovrebbe essere approvata finalmente una legge sul prezzo dei libri, che delimita lo sconto massimo applicabile dall’editore e dal libraio e che consenta ai rivenditori indipendenti di difendersi dalle massicce campagne di sconto delle grandi catene e dei supermercati come dei siti di vendita on-line come Amazon. L’approvazione della legge è stata assai faticosa, anche per la contrapposizione accesa tra alcuni piccoli editori e le associazioni di categoria con toni da «scontro di civiltà»…

Dunque alla vigilia dell’inaugurazione della 24a edizione del Salone del libro di Torino, dedicata al «Futuro prossimo» il mondo del libro si presenta debole e diviso al suo interno.

Eppure i quasi 5 milioni di italiani che leggono e acquistano regolarmente libri non sono pochi, sia in senso assoluto sia rispetto ai frequentatori di altri settori, come la musica o il teatro o l’arte. Rispetto al nostro tempo, così «televisivo» nella sua esasperante instantaneità e il suo corto respiro, il libro tutto sommato resiste: è un sano antidoto che alimenta insieme memoria e prospettiva.

Sono queste le considerazioni che hanno spinto l’Associazione «Forum del libro» a pensare a una legge di iniziativa popolare per la promozione della lettura. Una legge che riguardi gli insegnanti di scuola come i bibliotecari, gli editori come i librai. E che colleghi la crescita dei lettori allo sviluppo economico e sociale del Paese.

La presenteremo venerdì al Salone, insieme al sindaco di Matera Salvatore Adduce e al vicesindaco di Vicenza Alessandra Moretti. In queste due città infatti si terranno i prossimi due «Forum del libro», iniziati a Bari nel 2004 con Umberto Eco e giunti quest’anno alla ottava edizione. Il titolo del Forum che si terrà a Matera il 22 e 23 ottobre sarà «Leggere in Europa» e verranno messe a confronto esperienze di promozione della lettura in vari Paesi e definita anche per questa via - dopo un largo e partecipato confronto - una ipotesi di legge.

Una legge che parta dal «modello Presìdi del libro», che cioè sia costruita non in via astratta, ma in base a esperienze concrete e di successo sul territorio. La Puglia negli ultimi anni è stata una delle regioni italiane che hanno saputo rinnovarsi maggiormente, aprendosi a esperienze inedite soprattutto in campo culturale. La crescita tumultuosa dei Presìdi del libro e il loro radicamento in tutto il territorio pugliese è stato un modello per altre regioni. Oggi i Presìdi attraversano una fase di sperimentazione nazionale molto interessante, grazie anche a un nuovo gruppo dirigente e a molti nuovi gruppi di lettori locali. E grazie al continuo supporto della Regione Puglia, che ha continuato a credere in questo coinvolgimento «dal basso» dei lettori.

L’ospitalità del Forum a Matera, che con l’attuale amministrazione ha deciso di scommettere sulla cultura come fattore di sviluppo anche economico e sociale è una delle condizioni che fa sperare in un laboratorio di idee originali e al tempo stesso concretamente praticabili sul futuro del libro e della lettura.

xxxXxxA Matera (ad ottobre)il prossimo incontro del «Forum del libro». Tema: «Leggere in Europa»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400