Martedì 26 Marzo 2019 | 23:32

NEWS DALLA SEZIONE

L'editoriale
Fino a quando il capitano resisterà all'ipotesi voto

Fino a quando il capitano resisterà all'ipotesi voto

 
La riflessione
Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

 
L'analisi
Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

 
L'analisi
Il circolo vizioso che frena la Basilicata

Il circolo vizioso che frena la Basilicata

 
La riflessione
La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

 
L'analisi
Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

 
La riflessione
L’autonomia non fa cultura

L’autonomia non fa cultura

 
L'analisi
Via della seta, ma per il Sud via della beffa

Via della seta, ma per il Sud via della beffa

 
La riflessione
La metamorfosi del belpaese dalla Vlora alla Diciotti

La metamorfosi del Belpaese dalla Vlora alla Diciotti

 
L'analisi
Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

 
la polemica
La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaL'annuncio
Basilicata, lo sconfitto Trerotola resterà in consiglio regionale

Basilicata, lo sconfitto Trerotola resterà in consiglio regionale

 
LecceLa sentenza
Lecce, processo a gruppo Scu: 12 condanne e un patteggiamento

Lecce, processo a gruppo Scu: 12 condanne e un patteggiamento

 
BrindisiL'episodio
Francavilla F.na, tenta di uccidere il cognato, arrestato

Francavilla F.na, tenta di uccidere il cognato, arrestato

 
TarantoUn 36enne
Consegnava eroina nascosta nei panini: arrestato a Taranto

Consegnava eroina nascosta nei panini: arrestato a Taranto

 
GdM.TVNel foggiano
«Servizio completo»: così i 7 arrestati di S.Severo fornivano droga e sesso

«Servizio completo»: così i 7 arrestati di S.Severo fornivano droga e sesso

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena con «Maratona di New York»

 

Scene da Bari: scarpe nuove per un ragazzo povero

di PAOLO COMENTALE

Dorme per terra, una vecchia coperta sulle spalle, la testa appoggiata alla nuda pietra. Le scarpe nuove nuove. Come mai? Spiccano queste scarpe nuove di zecca. Quanto costeranno? Come le ha avute? Una meritoria opera di assistenza prestata chissà da chi... 

Queste scarpe nuove mi ricordano le scarpe dei ragazzi che sbarcavano sulle nostre coste dai gommoni che traversavano l’Adriatico. Scarpe nuove povertà vecch ie. Sembra proprio un simbolo dei nostri tempi questo ragazzo che viene da lontano con alle spalle mille storie e che dalla voragine della sua miseria prova a riscattarsi con un paio di scarpe. Come sono cambiati i tempi! Mio padre ci raccontava di scarpe risuolate tante volte, scarpe consumate sui tacchi e che avevano bisogno del lavoro paziente e utilissimo del calzolaio, artigiano scomparso perché... costa più risuolare le scarpe che prenderle nuove. Come avviene oggi per ogni cosa della vita quotidiana. 

«Scarpe grosse cervello fino»: recitava l’adagio; scarpe tramandate di padre in figlio, scarpe per la festa, da lucidare con cura e attenzione con crema, spazzola e tanto olio di gomito. Scarpe antiche pesanti opache con lacci lunghissimi, scarpe da tenere con cura, da usare con parsimonia. Ora le scarpe sono leggerissimi oggetti senza lacci, si allacciano con lo scratch per il semplice motivo che i bambini non sanno fare il nodo. E i genitori non hanno più il tempo per insegnarglielo. 

Dorme ancora questo ragazzo con le scarpe nuove, per terra, e intorno il chiasso è infernale, eppure... Deve essere tanto stanco! Vorrei svegliarlo, farmi raccontare la sua storia, dirgli che casualmente è sbarcato nella città di san Nicola, il santo protettore dei bambini, il santo amante dei forestieri... Vorrei svegliarlo ma poi mi trattengo... Tante parole ma... i fatti? 
La nostra città parla d’infanzia ma fa di tutto per negarla, ignorarla, confonderla, umiliarla. 

In centro l’inquinamento è ben oltre i livelli di guardia, il traffico è infernale a qualsiasi ora del giorno, la città di san Nicola ha dimenticato da tempo i bambini. Allora me ne vado e lo lascio dormire. Per lui il risveglio nella città di san Nicola non sarà felice...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400