Martedì 26 Marzo 2019 | 11:04

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

 
L'analisi
Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

 
L'analisi
Il circolo vizioso che frena la Basilicata

Il circolo vizioso che frena la Basilicata

 
La riflessione
La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

 
L'analisi
Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

 
La riflessione
L’autonomia non fa cultura

L’autonomia non fa cultura

 
L'analisi
Via della seta, ma per il Sud via della beffa

Via della seta, ma per il Sud via della beffa

 
La riflessione
La metamorfosi del belpaese dalla Vlora alla Diciotti

La metamorfosi del Belpaese dalla Vlora alla Diciotti

 
L'analisi
Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

 
la polemica
La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

 
La riflessione
Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariCambio di gestione
Rifiuti, a Mola di Bari il servizio raccolta passa di mano

Rifiuti, a Mola di Bari il servizio raccolta passa di mano

 
LecceIl convegno
«Breast Unit», cresce del 18% sopravvivenza dal cancro al seno

«Breast Unit», cresce del 18% sopravvivenza dal cancro al seno

 
FoggiaIl riconoscimento
Istituto di Foggia vince premio OdG per giornale scolastico

Istituto di Foggia vince premio OdG per giornale scolastico

 
TarantoNel Tarantino
Frode da 2,6mln di euro a Regione Puglia, sequestrati beni a società di Massafra

Frode da 2,6mln di euro a Regione Puglia, sequestrati beni a società di Massafra

 
PotenzaQuote rosa
Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena con «Maratona di New York»

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 

Il gol di Gigi Riva contro il «bossino»

di Stefano Tatullo
di Stefano Tatullo

Nei giorni difficili che il Paese attraversa fra crisi, disoccupazione e ora anche la nuvola di cenere del vulcano islandese, per fortuna ogni tanto c’è una buona notizia: abbiamo letto su Vanity Fair di questa settimana che il figlio di Bossi non tiferà per l’Italia ai prossimi campionati del mondo di calcio in Sud Africa. 
Il ragazzo, che di nome fa Renzo e di soprannome “la trota” (copyright del padre), è famoso per essere il figlio dell’Umberto e per aver ripetuto tre volte l’esame di maturità. Che nelle prime due evidentemente fu di immaturità. Vivere all’ombra di un grande albero si sa che non aiuta a crescere, e perciò il giovane, nominato erede dall’albero medesimo (ma prima che si presentasse all’esame) ha cominciato a cercare il suo posto al sole. Così tempo fa inventò il videogame “Rimbalza il clandestino”; ma non per razzismo, perché, ha spiegato, “mica gli spari ai barconi, li respingi solo.” Poi adesso ha rilasciato questa intervista con cui ci riscalda il cuore. Il ragazzo, bisogna sapere, è un tipo moderno, tuffato nel terzo millennio, e per lui patrie e bandiere sono cose del passato. Dice: “Il tricolore per me identifica un sentimento di cinquant’anni fa.” Dichiarazione illuminante, che però suggerisce che la terza commissione, quella che l’ha promosso, è stata eccessivamente magnanima. Il Tricolore, lo sappiamo bene noi italiani, fu assunto a Reggio Emilia come bandiera della Repubblica Cispadana (ahiaiai!) il 7 gennaio 1797. Però bisogna essere comprensivi, il candidato non è italiano, è straniero, padano. E comunque, bisogna dire che la bandiera italiana in famiglia ha fatto un bel progresso; il padre di Renzo la voleva usare come carta igienica. Poi però spiegò che l’aveva detto nella foga di un comizio elettorale e si sa che in quei comizi lì si dice un po’ di tutto. Ma così, senza pensarci.
Tornando ad oggi, però, nell’intervista a “Vanity Fair” il giovane Bossi ci dà un’altra bella notizia: non è mai sceso a sud di Roma. Oh; così noi meridionali possiamo tirare un sospiro di sollievo. Chissà cosa sarebbe capace di dire questo Renzo se venisse da queste parti. E chissà cosa direbbero a lui! I più contenti di saperlo devono essere i parenti di sua madre, che  è originaria dell’Agrigentino. Sapete come sono i siciliani: ma come, si fa tanto per tirare su un figlio, un nipote come si deve, e poi lui va a dire queste cose sui giornali? Che figura ci fa fare?
Ad ogni modo, è una consolazione sapere che per il mancato sostegno del giovane Bossi agli Azzurri (ma non avrà mica capito che sono un partito politico?) non ci saranno giornate di lutto nazionale. Anzi, interpretando il pensiero di tutti gli italiani Gigi Riva, il mitico Rombo di Tuono che adesso è team manager della nazionale, ha detto che se il ragazzo non si trova bene “può anche andarsene dall’Italia”. E noi che possiamo aggiungere? Speriamo presto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400