Venerdì 19 Aprile 2019 | 01:14

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
Nord, Sud e Centro l’orgia del potere

Nord, Sud e Centro l’orgia del potere

 
Consigli di lettura
Pulce, che favola di bambina!

Pulce, che favola di bambina!

 
L'analisi
Ma dopo Parigi non si può bestemmiare in cattedrale

Ma dopo Parigi non si può bestemmiare in cattedrale

 
La riflessione
Lo schiaffo di Tripoli dopo lo schiaffo di Tunisi?

Lo schiaffo di Tripoli dopo lo schiaffo di Tunisi?

 
L'analisi
La web-giustizia altro pericolo per le garanzie democratiche

La web-giustizia altro pericolo per le garanzie democratiche

 
Il punto
Sconnessi per qualche ora, subito in crisi d'astinenza

Sconnessi per qualche ora, subito in crisi d'astinenza

 
Cervelli in fuga
Se il lavoro viene sostenuto soltanto a parole

Se il lavoro viene sostenuto soltanto a parole

 
La riflessione
Il nodo dei costi della politica

Il nodo dei costi della politica

 
L'analisi
Salvini e Di Maio davanti al burrone meglio frenare

Salvini e Di Maio davanti al burrone meglio frenare

 
L'analisi
Tre cose per il Sud e tre cose sparite

Tre cose per il Sud e tre cose sparite

 
La riflessione
Xylella, la filiera degli errori

Xylella, la filiera degli errori

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

La riflessione

Metti una sera a cena con l’amico a noleggio

La nuova trovata del momento che ha acceso un nuovo business: sono nati i siti del rentafriend (letteralmente l’amico a noleggio)

Le illusioni pericolose nel segno del «popolo»

«Caro amico ti affitto, così mi confido un po’...». Forse si indignerebbe soltanto Lucio Dalla per la parafrasi della sua famosa canzone. Ai nostri giorni il paradosso non esiste più, coincide con la realtà, non quella virtuale che è il regno delle amicizie, pardon, dei follower, ma proprio la vita reale. Giornate tra lavoro, famiglia, telefono, tv... e un amico in affitto. Già, proprio un fake friend, un confidente occasionale, uno sconosciuto da affiancarsi per un cinema, un teatro, una cena o soltanto per una passeggiata. Intossicazione da social? Messa a fuoco di solitudini in esistenze spostate sulla rete? Forse, ma molto di più l’ennesima moda che dal Giappone è trasmigrata via internet in Europa e in Italia. Nel Paese del Sol Levante tutto è cominciato truccando i selfie, allo scopo di potenziare la propria immagine on line con foto in coppia e in gruppo sorridenti e, come dire, ben assortite. Se quelle conoscenze a tempo diventino presenze fisiche nella vita di chi le ha noleggiate è tutto da verificare, di certo la trovata ha fatto accendere la lampadina del business e sono nati i siti del rentafriend (letteralmente l’amico a noleggio).

Poche parole sul motore di ricerca ed ecco risolto il vuoto affettivo, emozionale, almeno per qualche ora. Sul sito si inserisce il proprio profilo, si pagano abbonamento e tariffa oraria, si sceglie fra le foto di persone di ogni razza, età e, com'è ovvio, anche luogo, in modo molto pratico e in stile... immobiliare. Le piattaforme straniere spiegano con chiarezza che si tratta soltanto di amici finti, senza implicazioni e complicazioni sentimentali e in una metropoli come New York, dove il tempo corre più veloce, il fenomeno ha subito sfondato. Non tutte (e tutti) sono brillanti come le ragazze di Sex and the city e allora perché meravigliarsi? In fondo il fake friend è la scoperta dell'acqua calda, se si pensa a quante storie di amici-compagni-partner fasulli racconta da decenni il cinema, belloni ingaggiati da algide e stressate manager per arrivare al matrimonio della sorella con un'immagine vincente e il lieto fine per gli spettatori. Quella però è vera finzione, che dovrebbe funzionare da antidoto nella realtà. In Italia, nella nostra realtà, gli amici a ore sono soprattutto studenti che si propongono come Ciceroni a chi arriva in una città che non conosce, il dilettevole unito all'utile insomma per un altro lavoro inventato e non mancano siti di professionisti che presentano le consulenze in studio come amicizia in affitto, con relative parcelle.
Cosa dire? Ciascuno può trovare la sua motivazione per ricorrere a un amico in affitto, a patto di non consegnarsi a ciarlatani, ma internet ha spostato di molto il baricentro delle valutazioni. A parte l'oggettiva difficoltà di tracciare confini comportamentali e il rischio di imbattersi in Jack lo squartatore (chi garantisce, chi controlla?), ma vi vedete sul divano a ordinare un amico come fareste per una pizza a domicilio o una borsetta su Amazon? Forse anni passati ad accettare e rifiutare richieste di amicizia sui social possono fare sembrare questa pratica meno inquietante e tutt'altro che strampalata, ma un «come ci siamo ridotti» ci è concesso?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400