Mercoledì 19 Giugno 2019 | 02:59

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
Se l’Italia si smarca da Bruxelles a Washington

Se l’Italia si smarca da Bruxelles a Washington

 
La riflessione
Sud, la nuova frontiera indicata dalle città

Sud, la nuova frontiera indicata dalle città

 
Il punto
Euro-trattativa e urgenza di ridurre le tasse

Euro-trattativa e urgenza di ridurre le tasse

 
L'analisi
Ripristiniamo l’autorità anche simbolica dell’insegnante

Ripristiniamo l’autorità anche simbolica dell’insegnante

 
Il punto
Cantieri da sbloccare? Tutti al Nord, nessuno al Sud

Cantieri da sbloccare? Tutti al Nord, nessuno al Sud

 
L'editoriale
Posseduta dal premier la «Golden Share» dell'esecutivo

Posseduta dal premier la «Golden Share» dell'esecutivo

 
L'analisi
L’italiano vuole cambiare ma preferisce lo status quo

L’italiano vuole cambiare ma preferisce lo status quo

 
La riflessione
Conquista lucana tentazione nazionale?

Conquista lucana tentazione nazionale?

 
L'analisi
È vero esiste un’altra Taranto

È vero esiste un’altra Taranto

 
La riflessione
I debiti vengono da lontano ma guai a farne altri

I debiti vengono da lontano ma guai a farne altri

 
L'analisi
Molti nodi da sciogliere al vertice della ripartenza

Molti nodi da sciogliere al vertice della ripartenza

 

Il Biancorosso

LA CURIOSITA'
De Laurentiis e Simeri a MykonosTutto sulle vacanze del Bari

De Laurentiis e Simeri a Mykonos. Tutto sulle vacanze del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVMaltempo in Basilicata
Potenza finisce sott'acqua: strade allagate come fiumi in piena

Potenza finisce sott'acqua: strade allagate come fiumi in piena

 
BariFallimenti truccati
Bari, giudice denunciò falsi mandati di pagamento: testimone a processo

Bari, giudice denunciò falsi mandati di pagamento: ora è testimone a processo

 
TarantoSport
Volley, nazionale femminile sorde è oro agli Europei: tra loro una tarantina

Volley, nazionale femminile sorde è oro agli Europei: tra loro una tarantina

 
LecceSalento
Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

 
BrindisiMinacce e lesioni
Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

 
Foggianel Foggiano
Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

 
MateraNel Materano
Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

 
BatDal geologo Dellisanti
Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

 

i più letti

La riflessione

Deficit di futuro se saltano i conti

Se bastasse affidarsi ai modelli e agli archetipi economici, tanto varrebbe abbandonarsi alle teorie laissez-fair elaborate da Adam Smith agli albori della scienza economica moderna. Ossia lasciar far tutto ai capitalisti

economia lavoro

La recente analisi su queste pagine del direttore De Tomaso “Relazioni pericolose tra super-debito e democrazia” ci ricorda, tra le altre, che in ambito macro-economico il dato empirico assume preminenza rispetto a quello teoretico. Se difatti bastasse affidarsi ai modelli e agli archetipi economici, tanto varrebbe abbandonarsi alle teorie laissez-fair elaborate da Adam Smith agli albori della scienza economica moderna. Ossia lasciar far tutto ai capitalisti i quali, in piena liberalità ma guidati da una “mano invisibile”, perseguono l’interesse della collettività. Detto questo, l’esperienza ci insegna che l’assistenzialismo a fondo perduto (leggasi anche reddito di cittadinanza) rischia di rimanere misura fine a sé stessa se il movente non è quello dell’investimento e dell’inserimento sociale.

Se i posti di lavoro non ci sono e non si creano, il sussidio si traduce in una mera rendita assistenzialistica. Il monito era arrivato addirittura dal Papa: “la persona che mantiene sé stessa e la sua famiglia con il proprio lavoro sviluppa la sua dignità; il lavoro crea dignità, i sussidi, invece, quando non legati al preciso obiettivo di ridare lavoro e occupazione, creano dipendenza e deresponsabilizzano”.

Ovvio che anche all’Europa non vada a genio la prospettiva del deficit per consentire a oltre 6 milioni di italiani di fare “l’arte di Michelaccio”. Del pari, come biasimare le remore dei mercati che non intendono foraggiare la campagna elettorale dei 5 stelle. Perché, in prospettiva della prossima tornata elettorale europea, nei fatti di questo si tratta. Altro che storie!

Le conseguenze: guerra con Bruxelles e lo spread che ha sforato la soglia dei 300 punti, numero che incute più terrore degli spartani ai persiani nella battaglia di Termopili. Infatti, checché ne pensi Di Maio additando la macchina del fango dei media, purtroppo le regole le dettano i poteri forti, id est i mercati finanziari. Nemmeno l’Europa. La sfiducia nella manovra e i dubbi sulla tenuta dei conti pubblici minano la domanda di titoli di Stato. Ergo gli interessi si impennano e i costi divengono insostenibili con crescita del deficit, nuovo debito e ripercussioni su tutto il sistema bancario e creditizio con chiusura dei rubinetti del credito (“credit crunch”) nei confronti dei privati e delle imprese. A questo punto la crescita va a farsi benedire.

Meglio, allora, se tutta questa sfrontatezza nel forzare i vincoli europei fosse stata impiegata per una manovra fiscale meno timida e più espansiva. Delude invece il “non cambiamento” a cui stiamo assistendo. Sul fronte fiscale ci attendono questioni di non poco momento relative alla fatturazione elettronica tra i privati e l’invio dei corrispettivi. La proposta, contenuta nello schema di decreto legge, sarebbe volta a semplificare e armonizzare i processi di certificazione dei corrispettivi in un’ottica “cittadino-centrica” e “contribuente-centrica”. In realtà si sta cercando di dissimulare l’ennesimo strumento di controllo fiscale facendolo passare per misura diretta alla riduzione dei costi ed all’efficientamento dei processi aziendali. Andatelo a dire al calzolaio o all’artigiano di paese che con i pagamenti e la fatturazione elettronica non va proprio a braccetto.

La crescita richiede sopportabilità ed equità di “pochi” tributi, un testo unico tributario, certezza nei rapporti e promozione della compliance adeguata però al tessuto economico e conforme alle propensioni individuali. I contribuenti hanno il diritto di percepire con immediatezza, chiarezza e certezza il loro onere fiscale. Le regole vanno quindi riscritte in armonia e in maniera intellegibile, senza utilizzare l’odioso linguaggio del politichese, di modo che gli operatori del diritto siano sgravati dall’onere di una sua interpretazione. In sostanza è verso queste conquiste che dovrebbe muoversi l’esercito di Governo, che all’attualità invece dà l’impressione di un’armata Brancaleone. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie