Venerdì 22 Marzo 2019 | 19:31

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

il 25 maggio

Tutti i «no» che
frenano la crescita

L'associazione il Vaso di Pandora e Confindustria Bari-Bat hanno organizzato per il 25 maggio presso la sala convegni di Confindustria Bari-Bat un convegno dal tema: «Informare per decidere, azioni e strategie per eliminare le conflittualità sui territori» con Stefano Cianciotta autore (con Alberto Brambilla) del libro «I no che fanno la decrescita»

città sostenibili

Tanti «no» che frenano la crescita. Dettati dalla paura. Spesso dall'ignoranza. Fatto è che in Italia scarseggiano i grandi investimenti, spaventati forse dai tanti ricorsi al Tar, alzate di scudi di associazioni e gruppi di cittadini marcianti.

Secondo l'Osservatorio media permanente Nimby forum (dove Nimby sta per l'acronimo inglese per Not In My Back Yard, «Non nel mio cortile») sono stati 359 gli impianti contestati in Italia nel corso del 2016, il 5% in più dell’anno precedente.

Prendere decisioni a lungo termine e che hanno un impatto ambientale, non è facile. Non lo è per l'imprenditore, non lo è per il cittadino e specie in Italia dove gli scempi ambientali e incuria hanno devastato intere aree, ecco perché forse è il caso di incominciare a confrontarsi sinceramente, con entrambe le parti che si assumono responsabilità e soprattutto all'interno di una visione di sviluppo che possa essere condivisa e sostenibile.

Anche per questo motivo l'associazione il Vaso di Pandora e Confindustria Bari-Bat hanno organizzato per il 25 maggio presso la sala convegni di Confindustria Bari-Bat un convegno dal tema: «Informare per decidere, azioni e strategie per eliminare le conflittualità sui territori» con Stefano Cianciotta autore (con Alberto Brambilla) del libro «I no che fanno la decrescita».

«Tutte le volte che l’Italia dice “no”, il conto che i cittadini pagano è decisamente salato. Soprattutto in termini di mancate opportunità - spiegano Brambilla e Cianciotta - anche perché in Italia si è consolidata la tendenza a negare, una tendenza che condiziona fortemente i politici, affannati a inseguire gli istantanei umori e i timori delle masse. La conseguenza è che le istituzioni prendono o annunciano decisioni tattiche di breve termine per capitalizzare consenso, invece di indicare un indirizzo strategico di lungo periodo».
Dall’opposizione ideologica alle infrastrutture al sistema della formazione bloccato, dalle disfunzioni della Pubblica Amministrazione alla Giustizia troppo lenta, dai mai sopiti interessi corporativi fino al caso emblematico dei vaccini, si pagano ancora troppi dazi all’inerzia e a un’industria che parla sempre di più la lingua straniera.

«A questo si aggiunga che l’istruzione resta l’investimento più importante per il futuro di un Paese - sottolineano gli autori -. Per questa ragione tra le nostre cinque regole per crescere, al primo posto abbiamo inserito la necessità di tornare a investire sulla creatività e sulla intraprendenza dei giovani. L’Italia è l’unico Paese europeo che non ha aumentato la spesa per studente nella scuola primaria e secondaria dal 1995 e resta ancora agli ultimi posti nella transizione Scuola-Lavoro. Il nuovo Governo aumenti i fondi in bilancio per l’istruzione, perché quello è il primo mattone per originare comunità consapevoli».

Di questo ed altro si parlerà nell'incontro del 25 maggio in Confindustria Bari-Bat con attorno al tavolo: Domenico De Bartolomeo, presidente Confindustria Bari-Bat; Antonio Uricchio, magnifico rettore Università di Bari; Ugo Patroni Griffi, presidente autorità portuale del mare Adriatico meridionale; Luigi D'Ambrosio Lettieri, presidente Ordine dei farmacisti; Gianfranco Summo dell'Ordine dei giornalisti di Puglia.

L'incontro sarà trasmesso in diretta streaming grazie alla piattaforma informatica messa a disposizione da ClioCom. L'evento è accreditato per il rilascio di crediti formativi per i giornalisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

 
Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

 
Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

 
Emiliano a manifestazione Libera: «Lottiamo con i ragazzi»

Marcia Libera, Emiliano a Brindisi «Approvata legge pugliese sulla legalità» VD

 
Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

 
Matera, protesta lavoratori all'azienda sanitaria locale: «Giù le mani dai nostri soldi»

Matera, protesta lavoratori all'azienda sanitaria locale: «Giù le mani dai nostri soldi»

 
Coralli nei fondali di Monopoli, ecco le nuove immagini: è il primo caso nel Mediterraneo

Coralli nei fondali di Monopoli, ecco le nuove immagini: è il primo caso nel Mediterraneo

 
Emiliano a Carpino per inaugurare nuovo ponte dopo dissesto idrogeologico

Emiliano a Carpino per inaugurare nuovo ponte dopo dissesto idrogeologico

 
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»