Lunedì 10 Agosto 2020 | 04:26

NEWS DALLA SEZIONE

L’incontro
Ad Andria.,Mollica: Biagi? Il primo giornalista multimediale

Vincenzo Mollica ad Andria: «Biagi? Il primo giornalista multimediale»

 
libri
La lunga avventura della vostra «Gazzetta»

La lunga avventura della vostra «Gazzetta»: Mascellaro racconta la storia del giornale

 
CAPITANATA
San Severo, come combattere la leucemia ora c’è anche un video-gioco

San Severo ecco il videogioco per combattere la leucemia

 
VACANZE VIP
Gravina, l’Estate si allunga fino a settembre

Gravina in Puglia, l’estate si allunga fino a settembre

 
LAVORO
Bari, «Licenziato con un pretesto dopo 31 anni di servizio»

Bari, «Licenziato con un pretesto dopo 31 anni di servizio»

 
LA CURIOSITÀ
Capurso, imprenditore locale citato come modello virtuoso dai vertici di Facebook

Capurso, imprenditore locale citato come modello virtuoso dai vertici di Facebook

 
l'evento
Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

 
le dichiarazioni
Bari, Guardia Costiera: «Quest'anno il mare è meno inquinato per il lockdown»

Bari, Guardia Costiera: «Quest'anno il mare è meno inquinato per il lockdown»

 
TEATRO
Il «Dizionario insesistente»

Il «Dizionario insesistente»: a Lecce gli «affreschi narrativi» di Stefano Massini

 
l'esperienza
I cinque giorni nella Murgia

Ruvo, i 5 giorni nella Murgia di tre amici camminatori

 
nel salento
Melpignano, inaugura il Museo Storico del Tarantismo: è il primo al mondo

Melpignano, inaugura il Museo Storico del Tarantismo: è il primo al mondo

 

Il Biancorosso

serie c
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a ogni arrivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaDopo 3 anni
Strage san Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti della criminalità

Strage San Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti
Emiliano: «La Puglia non dimentica»

 
TarantoOccupazione
Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

 
Leccenel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 
MateraIl caso
Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

 
PotenzaIl caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
Batverso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
Brindisil'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, il premier Conte ospite de «La Piazza»

 

i più letti

il 27 marzo

Procuratore Roberti
a Fasano: nessuna paura
di mafia e terrorismo

Franco Roberti, procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo

ROMA - «Il contrario della paura. Perché il terrorismo islamico e la mafia possono essere sconfitti», edito da Mondadori, è il libro di Franco Roberti, procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo, che verrà presentato dallo stesso magistrato lunedì 27 marzo alle ore 17.30 al Palazzo municipale di Fasano (Br). Dialogherà con l’autore Giovanna Montanaro, sociologa, autrice di interventi sulla mafia, nonché del saggio sul pentito Gaspare Spatuzza.

Il volume di Roberti è una sorta di appello a non avere paura del terrorismo islamico e della mafia, due fenomeni che, nelle intenzioni di chi li aziona e li agita, mirano ad affermarsi come veri e propri contropoteri degli Stati, innescando il senso della paura tra le persone che finiscono con l’orientarsi a cambiare abitudini di vita. Il procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo, invece, lancia il messaggio positivo che della mafia e del terrorismo islamico ci si può liberare, proprio attraverso la continuazione, di ciascuno, a tenere ben saldi i propri stili di vita quotidiana, dall’uscire di casa per andare al cinema o per viaggiare alla denuncia del «pizzo» o di chi «trucca» gare d’appalto e concorsi pubblici, poiché, afferma Roberti, lo Stato è «in grado di garantire sicurezza e protezione».

L’alto magistrato invita, dunque, a fidarsi delle Istituzioni e ad assumersi le proprie responsabilità di cittadini onesti pronti a dire la verità per contribuire a «spezzare» quei fili di potere che sono il comune denominatore di mafia e terrorismo islamico. Roberti ha scritto il libro all’indomani degli attentati compiuti dai terroristi islamici a Parigi il 13 novembre di due anni fa, in diversi punti della capitale francese tra cui al «Bataclan». L’autore ricevette una telefonata di un suo caro amico che gli chiedeva se, proprio a seguito dell’azione terroristica dell’Isis a Parigi, sarebbe stato il caso di intraprendere un viaggio con la propria famiglia. Roberti comprende che il senso della paura sta cominciando a serpeggiare nella mentalità dei privati cittadini e decide di fare qualcosa: scrivere un libro per spronare tutti a non avere paura, lanciando il messaggio che mafia e terrorismo islamico «possono essere sconfitti».

L’iniziativa è stata organizzata dal «Rotary Club» e dall’«Inner Wheel Club» col patrocinio del Comune di Fasano e vede la collaborazione delle associazioni «Libera» e «Presìdi del libro», nonché della «Fondazione Avvocatura di Brindisi». L'incontro prevede i saluti iniziali del sindaco di Fasano Francesco Zaccaria e dei presidenti dei sodalizi organizzatori Alberto Mavilio e Luisa Sportelli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie