Sabato 25 Settembre 2021 | 14:06

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Lecce

Il liceo Palmieri
«Avamposto»
della lettura doc

Il liceo Palmieri  «Avamposto»  della lettura doc

Luci oggi su «Lecce. Avamposto della lettura» per il progetto «Ti leggo» firmato dalla Treccani. Ecco le proposte. Alle 8.30 nel liceo classico e musicale «Giuseppe Palmieri» si terrà una festa della cultura per lanciare agli studenti un invito alla lettura nella molteplicità delle sue forme. «Questo appuntamento - viene sottolineato - nasce come un piccolo “scherzo” fatto dal corpo docente, con la complicità di Treccani, ai ragazzi. Invece di fare lezione, gli studenti saranno coinvolti in un momento speciale di musica e cultura». Colti di sorpresa nel corso dell’appello generale che la dirigente scolastica Loredana Di Cuonzo, per tradizione, effettua ogni anno in occasione del rientro dalle vacanze estive, le allieve e gli allievi della più antica istituzione scolastica della città scopriranno di avere due «colleghi» in più, con cui condividere un avvio speciale dell’anno scolastico.

Il primo, il cantante Nandu Popu di Sud Sound System, improvviserà alcuni pezzi del suo repertorio musicale, raccontando poi la sua passione per la musica, che ha coltivato fino a diventare un punto di riferimento per tantissimi adolescenti, non solo salentini, scoprendo con gioia anche l’esperienza della scrittura e dell’impegno civile e sociale nel libro «Salento fuoco e fumo», edito nel 2012 da Laterza. Il secondo, lo scrittore e storico della musica Sandro Cappelletto, terrà nell’atrio del liceo una lectio magistralis dedicata al valore della musica intesa come arte senza confini, che abbraccia numerose altre forme di espressione e di fruizione della cultura, comprese naturalmente la scrittura e la lettura. Cappelletto, scrittore e storico della musica italiana, laureato in Filosofia, ha studiato armonia e composizione con il maestro Robert Mann. Autore di pregiate pubblicazione, su invito di Giuseppe Sinopoli ha diretto il settore drammaturgia e didattica del Teatro dell’Opera di Roma. Accademico dell’Accademia Filarmonica Romana, ne è stato direttore artistico dal 2009 al 2013. Giornalista professionista, ex componente del comitato scientifico della Fondazione Notte della Taranta, scrive per il quotidiano «La Stampa». Dirige «Studi verdiani».

Passiamo alla Liberrima, dove alle 19 Andrea Satta presenterà il suo libro «Mamma quante storie», favole in ambulatorio, in treno e in piazza (Treccani). Il volume nasce dall’esperimento dello stesso Satta, pediatra di base nella periferia di Roma e cantante dei Têtes de Bois, che da circa sette anni, una volta al mese, organizza «la giornata delle favole», chiedendo alle mamme di tutte le nazionalità di raccontare la fiaba con cui si addormentavano da piccole. Il testo, impreziosito dalle illustrazioni di Sergio Staino e dal fumetto di Fabio Magnasciutti, segue lo stile del graphic novel. I proventi delle vendite del libro andranno a sostegno delle attività della Biblioteca comunale di Lampedusa. L’accompagnamento musicale sarà di Angelo Pelini dei Têtes de Bois

Il progetto dell’Istituto dell’Enciclopedia italiana Treccani è realizzato col sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie