Mercoledì 19 Settembre 2018 | 14:38

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

la curiosità

Tarantino vigile
dei Giardini
di Sua Maestà

Cosimo Convertini supervisor del Royal Park. Ha iniziato come cameriere in un bar poi il salto di qualità

cosimo convertini

di FABIO VENERE

Il controllore, («the supervisor», è il caso di dire) dei parchi della regina Elisabetta, non si chiama John Taylor o piuttosto David Smith ma Cosimo Convertini. Ha ventitré anni ed è di Taranto. Nella sua città avrebbe potuto tranquillamente rimanere senza particolari affanni. Il padre, Martino, ha un'avviata impresa che si occupa dell'installazione di caldaie e condizionatori. Lì, nella ditta di famiglia (in cui collabora anche la madre), aveva non solo il protettivo guscio familiare ma anche una prospettiva economica stabile. Non era, in altre parole, afflitto dall'ansia e dall'incertezza sul futuro che avvolgono molti suoi coetanei in cerca di lavoro.
Eppure, nonostante questo, dopo quattro anni nell'impresa familiare impegnato a montare e riparare climatizzatori ed impianti termici, parte e se ne va a Perugia. Nella città umbra, frequenta uno stage in una società specializzata nella supervisione e nel management aziendale. E se è vero che un incontro può cambiare la vita, Cosimo deve tutto alla multiculturalità di Perugia. Infatti, nella città con la maggiore presenza di studenti universitari stranieri d'Italia (grazie al progetto Erasmus), alcuni ragazzi che aveva conosciuto nei quattro mesi vissuti in Umbria, lo spingono a non fermarsi. Ad andare oltre. A cercare altro. E così, c'è chi lo invita ad andare negli Stati Uniti, chi nella lontana Australia, chi in Francia e chi, infine, in Inghilterra. Alla fine, nonostante sia la capitale più cara d'Europa, Cosimo sceglie Londra «anche perché, sin da adolescente, nutro una passione per l’inglese. E ho poi acquisito una buona conoscenza, seppur scolastica, di questa lingua».

Detto fatto. Finito lo stage in quest'azienda, da Perugia non prende più il treno per ritornare a Taranto ma l'aereo per raggiungere Londra. «Sono arrivato senza conoscere alcuno. Senza amici, lontano dalla mia famiglia. La prima cosa che ho dovuto fare - racconta - è stata quella di cercare un appartamento in cui sistemarmi. E, così come capita a quelli che non conoscono le città straniere, inizialmente ho pagato tantissimo per vivere in condizioni pessime. Eravamo in otto in casa con un bagno a disposizione - ricorda Cosimo Convertini - ed avevo praticamente solo il letto e non più di 8-9 metri quadri a disposizione. Tutto questo, mi costava 450 sterline al mese, circa 600 euro».
Trovata la casa, si fa per dire, Cosimo si mette subito alla ricerca di un posto di lavoro. «Ho scoperto - racconta - che rispetto all'Italia, ed al nostro Sud in particolare, è molto più semplice trovare un posto di lavoro. Si fa tutto con internet. Esiste un sito (Gum Tree) in cui basta inserire il proprio curriculum e si riceve un'offerta entro la stessa giornata. A volte dopo poche ore».

E così, Cosimo lavora nel deposito (back office in inglese) di un importante bar del centro che si trova a due passi da Piccadilly. Qui incontra la prima differenza rispetto al lavoro con papà. Gli orari. Che cambiano. «Potevo lavorare anche dalle 16 del pomeriggio sino alle 3 o alle 4 del mattino. Non ero abituato certo ad andare a dormire alle 5». Già, dormire. Nel frattempo, conoscendo meglio la zona ed avendo uno stipendio su cui poter contare, Cosimo con la stessa cifra (600 euro circa) vive ora in un appartamento, in un punto semicentrale, più spazioso, che divide con un altro ragazzo italiano, un greco ed un lituano. In quattro e non in otto, due bagni e non più uno solo. «In Inghilterra pagano i dipendenti ogni settimana ed avendo meno di 25 anni la retribuzione oraria è di sette sterline all'ora. In altre parole, in questo bar riuscivo a guadagnare circa 1.200 sterline al mese che sono pari a circa 1.600 euro. Non penso che in Italia, e soprattutto a Taranto, ragazzi di 23 anni che lavorano nei nostri bar guadagnino tanto».

A Cosimo il lavoro nel bar del centro piaceva pure ma, a proposito di quegli incontri che cambiano il corso della vita, un ragazzo di Pescara gli dice di candidarsi per la Royal Park, la società che gestisce da decenni i parchi della regina Elisabetta. «Al selezionatore è piaciuto molto il modo in cui ho affrontato il colloquio e ha apprezzato anche il mio inglese, anche se non è ancora quello commerciale che sto perfezionando ora . Ho iniziato a percepire 7 sterline all'ora - racconta Cosimo - portando le bibite da un chiosco all'altro del parco con quei piccoli mezzi che si usano nei campi da golf. Lavoravo 8-10 ore al giorno nei due parchi della Regina (St James's Park ed il Green Park) ma gestiti da una società privata peraltro amministrata da un italiano, Ernesto Colicci».
Poi, cos'è accaduto? «I dirigenti della società, dopo appena 45 giorni di lavoro, mi hanno fatto fare un salto di qualità nonostante fossi l'ultimo arrivato. Perché? Forse perché non mi sono mai assentato un giorno (neppure con la febbre ho saltato il mio turno) oppure forse anche perché - spiega il 23enne tarantino - hanno positivamente notato che non ho mai posto alcun problema anche quando mi veniva chiesto di allungare il mio orario di lavoro».

E così, da ragazzo che girava per i parchi a trasportare le bibite, Cosimo Convertini è diventato supervisore. Anzi, supervisor dei parchi della regina Elisabetta. La sua retribuzione, per ora, è passata da 7 a 8,70 sterline all'ora e con i ritmi impressionanti tenuti nella scorsa settimana per i festeggiamenti per il 90mo compleanno della regina ha raggiunto circa 800 euro a settimana. Almeno a giugno dovrebbe incassare 3.200 euro. Certo, è stata un'eccezione causata dalle tante cerimonie organizzate per i 90 anni della regina ma alle nostre latitudini una cifra simile un 23enne, anche se specializzato, la sogna.
«Durante gli otto giorni dedicati ai festeggiamenti per il compleanno della regina, abbiamo avuto circa quattro milioni di visitatori - dice -. Le misure di sicurezza sono state incredibili, ovviamente, ma tutto è andato bene. Non penso di tornare a Taranto, almeno per ora. Almeno quest'estate dovrò rinunciare al mare perché qui, nel periodo estivo, si può arrivare ad avere anche un milione di visitatori al giorno. Questi due parchi sono un’autentica attrazione e poi sono in pieno centro, a pochi minuti di distanza a piedi dalle principali mete turistiche (Piccadilly, Big Ben e dal celebre cambio della guardia)».
Cosimo si ferma. A Londra diluvia e cerca riparo in ufficio. La comunicazione telefonica s'interrompe un attimo, poi riprende e conclude così: «Almeno per i prossimi due o tre anni, rimarrò qui. Mi manca la mia famiglia, ma qui ho più possibilità di progredire ancora».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Spaccio droga, arrestati tre membri della famiglia Portante dopo intercettazioni

Foggia, dal carcere le indicazioni ai familiari per lo spaccio, 3 arresti VD

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Fiera, chiusura scoppiettante con i fuochi d'artificio

Fiera, chiusura scoppiettante con i fuochi d'artificio VD

 
Toti e Tata, insieme dopo 11 anni per chiudere la Fiera del Levante (VD)

Toti e Tata, a Bari dopo 11 anni chiudono la Fiera del Levante VD

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 

ANSA.TV

Meteo TV
Previsioni meteo della settimana

Previsioni meteo della settimana

 
Mondo TV
Wsj, Facebook ha trattato con banche per dati utenti

Wsj, Facebook ha trattato con banche per dati utenti

 
Notiziari TV
Ansatg delle 12

Ansatg delle 12

 
Spettacolo TV
Torna la superfamiglia Parr

Torna la superfamiglia Parr

 
Italia TV
Migranti: -140mila sbarchi, un miliardo di risparmio

Migranti: -140mila sbarchi, un miliardo di risparmio

 
Calcio TV
Champions: Inter ok di rimonta

Champions: Inter ok di rimonta

 
Sport TV
Olimpiadi 2026, in corsa Milano-Cortina

Olimpiadi 2026, in corsa Milano-Cortina

 
Economia TV
Grana per Amazon, dipendenti davano dati per mazzette

Grana per Amazon, dipendenti davano dati per mazzette