Venerdì 22 Marzo 2019 | 19:05

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

docu-fiction

Non migranti
ma cittadini
del mondo

Il film sarà presentato a Bari nella sala Esedra il 18, 19 e 20 marzo

migranti

BARI - 'Cittadini del mondo-Naz' dove l'ultima parola, di origine africana, indica l’orgoglio che proviamo quando sentiamo di essere amati incondizionatamente. E' questo il titolo di una docu-fiction - presentata oggi a Bari in una conferenza stampa che si è svolta al Comune - sul tema delle diversità legate all’immigrazione, diretto dal camerunense Blaise Essoua ed arricchito da una lunga introduzione scritta e letta dallo scrittore Erri De Luca, che ha anche collaborato alla stesura di tutto il testo del filmato.
La docu-fiction si articola in due parti: una prima nella quale una bimba immigrata colorando i continenti introduce cinque storie di immigrati - arrivati dal Togo, Brasile, Cina, Russia e Australia - che raccontano come si sono realizzati in Italia, a Bari, e una seconda con testimonianze di missionari, religiosi, docenti e anche dell’ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.
Le due parti sono legate tra loro dalla vera e propria fiction: si immaginano dei festeggiamenti per il compleanno di un cittadino del mondo, a cui partecipano danzatori e cantanti provenienti da molti paesi che si esibiscono tutti insieme intrecciando i propri canti e le proprie danze.

«La nostra è stata una sfida - ha sottolineato il regista - per trovare il modo giusto di affrontare l’argomento. Scopo della docu-fiction non è dire a delle persone come e cosa pensare, ma spingerli a pensare, e questa fase di preparazione ci ha permesso di scegliere come linguaggio per la narrazione accanto alla docu-fiction, quello della la danza». «In questo periodo storico siamo di fronte a problemi che sarebbe meglio definire di migrazione più che di emigrazione - ha detto il docente Augusto Ponzio - fenomeni cioè che sfuggono ad ogni forma di logica e di controllo, come succede alle migrazioni degli uccelli, e quindi sarebbe opportuno parlare di integrazione dove cioè nel prodotto finale sono ancora visibili tutti gli elementi che lo compongono». «La sfida è dunque - ha aggiunto - accettare l’altro perché c'è, anche se questo non ci va bene, non è una questione di accoglienza, ma di voler convivere con qualcuno o volergli bene senza alcuna motivazione, perché è un diritto essere voluti senza alcuna altra finalità».
Alla realizzazione del progetto hanno contribuito le Fondazioni Migrantes e Nigrizia, che hanno dato il 40 per cento dei contributi, e TaLands. Alla presentazione della docu-fiction hanno partecipato in rappresentanza del Comune l’assessore Paola Romano e la consigliera Alessandra Anaclerio. Il film sarà presentato nella sala Esedra il 18, 19 e 20 marzo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

 
Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

 
Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

 
Emiliano a manifestazione Libera: «Lottiamo con i ragazzi»

Marcia Libera, Emiliano a Brindisi «Approvata legge pugliese sulla legalità» VD

 
Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

 
Matera, protesta lavoratori all'azienda sanitaria locale: «Giù le mani dai nostri soldi»

Matera, protesta lavoratori all'azienda sanitaria locale: «Giù le mani dai nostri soldi»

 
Coralli nei fondali di Monopoli, ecco le nuove immagini: è il primo caso nel Mediterraneo

Coralli nei fondali di Monopoli, ecco le nuove immagini: è il primo caso nel Mediterraneo

 
Emiliano a Carpino per inaugurare nuovo ponte dopo dissesto idrogeologico

Emiliano a Carpino per inaugurare nuovo ponte dopo dissesto idrogeologico

 
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»