Giovedì 21 Marzo 2019 | 08:25

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 
LecceIl fatto nel 2015
Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

 
BariCassazione
BARI, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

Bari, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

 
BatNel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
TarantoA taranto
Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

 
FoggiaNel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
BrindisiCentrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
PotenzaLe previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 

Arriva «AppleKiss» un nuovo «social» dall’anima barese

Arriva «AppleKiss» un nuovo «social» dall’anima barese
di ALESSANDRA MONTEMURRO

BARI - Nasce «AppleKiss», un nuovo social network «made in Italy» con uno spiccato accento barese. Sì, perché se la prima intuizione è nata a Milano da Alfredo Ardenghi e Francesco Cornaggia, lo sviluppo della piattaforma ha coinvolto sin da subito la barese Angela De Vincenziis, che si occupa del marketing e della comunicazione. Originaria di Modugno, Angela, classe 1982, sì è laureata a Bari in Scienze della comunicazione per poi iniziare a lavorare con una collega e occuparsi di uffici stampa e comunicazione social. Ma un anno fa, per lavorare alla realizzazione di questo social, ha preso armi e bagagli e si è trasferita a Milano.

Oggi torna a Bari con la sua idea, che sarà presentata al pubblico nostrano durante il «Glamorous weekend» grazie ad alcuni dei 149 negozi che hanno aderito all’iniziativa che trasformerà strade e negozi nel palcoscenico di una grande festa effervescente per un pubblico di tutte le età. In questo quadro, una promoter e una fotografa «AppleKiss» gireranno per il centro di Bari con una cornice «brandizzata», invitando i passanti a farsi scattare alcune foto da pubblicare sulla nuova piattaforma.

Ma di che si tratta? In sintesi è un social network che nasce dal concetto di storytelling, un luogo dove raccontare storie, pensato per offrire uno spazio di discussione e confronto diverso e interattivo, uno strumento di conoscenza e socializzazione dotato al suo interno di una sezione blog dove raccontare la propria storia e le proprie passioni. In altre parole, narrare.

Se Twitter offre la possibilità di raccontarsi in 140 caratteri, mentre su Facebook generalmente si interagisce con persone che già si conoscono, con «AppleKiss» si vuole mettere in rete tra loro persone sconosciute ma accomunate da alcuni interessi specifici. Si tratta di una community in cui utenti e aziende si possono raccontare creando un proprio blog, indicizzato in base all’argomento trattato e reso visibile sul feed degli utenti iscritti, su cui caricare storie e articoli, leggibili da chiunque ma commentabili solo dagli iscritti. Le differenze con i blog tradizionalmente intesi stanno nella base di lettori che la piattaforma garantisce di per sé, nell’indicizzazione e nella visibilità dati dagli algoritmi che sottendono alla piattaforma stessa, e nella possibilità di interazione ed engagement immediati, oltre che nella possibilità di utilizzare i «Gruppi» per confrontarsi in pubblico su determinati argomenti.

Approdata sul web il 22 settembre scorso, «AppleKiss» conta oggi già 3.200 iscritti e una crescita costante del numero di utenti. «Abbiamo presentato il progetto a Milano per la prima volta - racconta Angela De Vincenziis - , ora siamo a Bari e poi andremo a Bologna il 25 novembre. Stiamo anche organizzando un tour tra le Università italiane per presentare lo strumento e le sue potenzialità e contiamo di farlo anche all’Università di Bari nelle prossime settimane».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

 
Matera, protesta lavoratori all'azienda sanitaria locale: «Giù le mani dai nostri soldi»

Matera, protesta lavoratori all'azienda sanitaria locale: «Giù le mani dai nostri soldi»

 
Coralli nei fondali di Monopoli, ecco le nuove immagini: è il primo caso nel Mediterraneo

Coralli nei fondali di Monopoli, ecco le nuove immagini: è il primo caso nel Mediterraneo

 
Emiliano a Carpino per inaugurare nuovo ponte dopo dissesto idrogeologico

Emiliano a Carpino per inaugurare nuovo ponte dopo dissesto idrogeologico

 
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Van Gogh Experience: a Lecce con la realtà virtuale si «entra» nei quadri dell'artista

Van Gogh Experience: a Lecce con la realtà virtuale si «entra» nei quadri dell'artista

 
«Da che mondo è mondo», da Brindisi Maggiore, autoprodotto, canta il mare e la felicità

«Da che mondo è mondo», da Brindisi Maggiore, autoprodotto, canta il mare e la felicità

 
Berlusconi in Basilicata: «Impossibile che qui non ci sia aeroporto»

Berlusconi in Basilicata: «Impossibile che non ci sia aeroporto». «Hai fiducia in Governo? Sei un cogl***e»

 
Sciopero clima, da Bari a Taranto un solo slogan: ci avete rotto i polmoni

Sciopero clima, da Bari Taranto Lecce e Potenza un solo slogan: «ci avete rotto i polmoni»