Mercoledì 22 Settembre 2021 | 08:24

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

L'evento

Un barese in corsa per la «Spedizione al Circolo Polare Artico»

Antonio Achille, 58 anni, sta scalando la graduatoria per cercare di conquistare la prima posizione in classifica e avere così diritto a far parte della squadra che percorrerà 300 km nella Tundra al Circolo Polare Artico in soli cinque giorni

Un barese in corsa per la «Spedizione al Circolo Polare Artico»

Foto Polar Fjällräven

BARI - Come ogni anno, è partito il contest «Polar Fjällräven» per la selezione dei partecipanti alla spedizione al Circolo Polare Artico, in programma per aprile 2019. E Antonio Achille, ingegnere di Bari, appassionato di imprese estreme e con una preparazione atletica e una dieta mirata che segue da molti anni, sta scalando la graduatoria, avvicinandosi già al quarto posto, per cercare di conquistare la prima posizione in classifica e avere così diritto a far parte della squadra che percorrerà 300 km nella Tundra al Circolo Polare Artico in soli cinque giorni.

«Pensare di potercela fare mi mette addosso un'emozione che credo non tutti potranno comprendere - dice Antonio Achille alla Gazzetta - Sono patito di tutte le esperienze che mi fanno immergere nella natura e questa, per svariate ragioni, offre un'intensità emozionale straordinaria».

Soltanto due prescelti approderanno nella squadra da tutta l'area del Mediterraneo. I partecipanti all'impresa tra i ghiacci si troveranno a fronteggiare una serie di difficoltà impossibili, nelle quali lo spirito di gruppo e la capacità di resistere a temperature rigidissime verranno messi duramente alla prova. 

«Io ho 58 anni - dice l'ingegnere barese - e non voglio dimostrare nulla se non la possibilità che ciascuno, non soltanto a vent'anni, può inseguire e raggiungere i sogni della propria vita. Andare oltre è possibile, è possibile migliorare se stessi sempre e ovunque, nonostante le difficoltà. E la vicinanza alla natura nella sua forma più incontaminata mi stimola ancor di più, assieme alla grande sfida di questa spedizione così impegnativa». Per l'occasione Antonio ha anche creato un gruppo su Facebook, «Il Pelide al Polo»

Le sue due figlie, Giorgia e Miranda, di 25 e 23 anni, sono cresciute «ricevendo questi stimoli e questi valori. Una tradizione che si perpetua grazie a mio padre che, da lassù, da bravo comandante di navi, continua a guidarmi, e a mia madre che a 90 anni mi insegna, ogni giorno, cosa siano resilienza ed equilibrio». E conclude: «Ora, me la date una mano votandomi per la volata sino al primo posto per Polar Fjällräven?»

Per sostenere Antonio basta cliccare qui: https://polar.fjallraven.com/contestant/?id=5100&backpage=1&order=popular&region=3

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie