Mercoledì 22 Settembre 2021 | 10:58

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il 27, 28 e 29 aprile

E vola nello spazio
il prossimo spettacolo
del teatro dei Limoni

«Un pallido puntino azzurro» è la Terra vista da molto lontano

E vola nello spazio  il prossimo spettacolo  del teatro dei Limoni

FOGGIA - Chissà se durante il prossimo monologo che andrà in scena sul palco del Teatro dei Limoni sarà pronunciata la celebre frase «Houston abbiamo un problema».

«Un pallido puntino azzurro» è il nuovo spettacolo allestito dalla compagnia di via Giardino di Foggia per il 27, 28 e 29 aprile prossimi (costumi Annalucia Palladino, elementi scenici Michele Ciuffreda, Roberto Moretto, audio/video JrStudio Cinema, voce Giuseppe Rascio, musiche originali Christian di Furia, assistente alla regia Maggie Salice), l’ultimo per la stagione Giallo Coraggioso 2017/2018 che il direttore artistico Roberto Galano non esita a definire «esaltante», per aver messo a segno dei risultati notevoli.

Il maggiore Franchino Accatagliato viaggia nello spazio verso Giove e Saturno. È solo in questa missione, lavora, mette a punto scoperte e nel frattempo si racconta, complice la totale solitudine, proprio lui che non è abituato a stare in mezzo alla gente. E così questa missione è l’occasione per trovarsi a confronto con se stessi, tra dubbi, ripensamenti, angosce: «Ho raccolto la sfida di interpretare un personaggio nuovo – commenta Galano, direttore e interprete del monologo – e quanto più si va avanti tanto più aumenta la strizza, perché la posta in gioco è sempre più alta». E questa volta anche la regia non ricalca gli schemi cui le precedenti rappresentazioni ci hanno abituato. C’è bisogno di alzare l’asticella, di spingersi un po’ più in là. Proprio come ha fatto Accatagliato che indossa la tipica tuta blu degli astronauti mentre ammira da lontano quel pallido pallino azzurro che è la Terra. «A Pale Blue Dot», un pallido puntino azzurro, sarà anche un film in programma per il prossimo inverno, con protagonista Natalie Portman. Una piacevole coincidenza. «E’ un flusso di coscienza quello che portiamo in scena, in cui si sovrappongono due piani di narrazione, non è teatro, non è cinema, ma per me era necessario cercare una terza strada» rivela Galano.

Il monologo è stato scritto da Christian di Furia, che ha già dato prova di brillante scrittura anche per il teatro, e lo scorso settembre 2017 si è aggiudicato il secondo posto al festival di drammaturgia d’Italia - il Premio Riccione per il Teatro. Tanto studio e tanto materiale da consultare per trattare con cognizione di causa questo argomento tanto affascinante quanto difficile tecnicamente. Con questa tre giorni, dunque, si conclude la stagione, mentre sono già in cantiere le idee per la prossima, la 12ma. «Siamo soddisfatti per aver portato ai nostri spettacoli persone provenienti da fuori provincia e da fuori regione – conclude – e continueremo sulla strada di proporre nuova drammaturgia». E se a Houston hanno un problema, lo potremo scoprire solo in un modo. www.teatrodeilimoni.it

Enza Moscaritolo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie