Venerdì 26 Febbraio 2021 | 05:19

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 
Musica
«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

 
Musica
«Mogi», da Lucera il nuovo album di Giuseppe Silvestri

«Mogi», da Lucera il nuovo album di Giuseppe Silvestri

 
Musica
Citando Godard i «2eleMenti» suonano il loro originale fantasy pop

Citando Godard i «2eleMenti» suonano il loro originale fantasy pop

 
Musica
«Mille cose», brano d'esordio del tarantino Edodacapo, «per infelice consapevoli»

«Mille cose», brano d'esordio del tarantino Edodacapo, «per infelici consapevoli»

 
Il brano
«Come i delfini», l'estro di Iravox anticipa la raccolta di tutti i suoi singoli

«Come i delfini», l'estro di Iravox anticipa la raccolta di tutti i suoi singoli

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

i più letti

l'intervista

Fatoumata Diawara al Locus Festival: «Nella mia musica l'invito a non dimenticare le minoranze»

Portavoce della «giovane Africa», sarà sul palco a Locorotondo ospite del live di Michael League e Bill Laurance

Fatoumata Diawara al Locus Festival: «Nella mia musica l'invito a non dimenticare le minoranze»

«Mi piace l'idea di portare sul palco delle "good vibrations", "vibrazioni buone", con la mia musica. È ciò di cui abbiamo bisogno tutti, artisti e pubblico, dopo il periodo che abbiamo vissuto». A parlare è Fatoumata Diawara, chitarrista e compositrice, vera icona dell'Africa, che domani sera 11 agosto sarà sul palco del Locus Festival, a Masseria Ferragnano (Locorotondo - Ba), ospite speciale del live di Michael League e Bill Laurance (Snarky Puppy). Sul palco anche Kekko Fornarelli e l'Orchestra della Magna Grecia diretta da Gianna Fratta. Maliana d'origine, Fatoumata Diawara vive da anni in Francia, dove ha anche trascorso il lockdown: «Stiamo riprendendo pian piano a suonare - ci ha raccontato - anche se non è semplice. È bello però poter portare ancora una volta la musica in giro, in Puglia ci sono stata tanti anni fa, e non vedo l'ora di ritornare, di ricominciare per noi e per chi ci ascolta. È questo il messaggio che voglio trasmettere, è un po' il nostro compito da artisti: che il pubblico vada via felice, si senta bene».

Un ruolo fondamentale, per Fatoumata, quello della musica: «È tutto. Ci tiene uniti, ha connesso il mondo anche in piena pandemia, io stessa grazie alla rete ho stretto collaborazioni e realizzato cose che mai pensavo di poter fare. E poi aiuta a diffondere messaggi positivi: tutto il nostro pianeta sta soffrendo, è tempo di combattere contro la diversità, riempire la nostra anima di cose buone, come il perdono. Tanta gente non ha mai tempo di fermarsi a riflettere su ciò che vive, semplicemente sopravvive».

Definita come la «nuova portavoce femminile della giovane Africa», ma aperta a un linguaggio universale, Fatoumata non dimentica le sue radici, e anche grazie all'energia dell'ultimo album, FENFO (tradotto come 'Qualcosa da dire'), prodotto da lei stessa insieme a Matthieu Chedid - in arte M), cerca di diffondere la sua musica come nutrimento dello spirito, per riconnettere l'ascoltatore con chi è ai confini del mondo: «Le persone più felici che abbia mai incontrato in vita mia sono quelle che vivono nei paesi più poveri - continua - dal Sudamerica all'Africa, è gente che non ha un soldo ma sorride sempre. È bello esprimerlo nella musica». E quando le chiediamo come cambierà il panorama artistico dopo il 2020, risponde che - in un modo o nell'altro - non saremo più gli stessi: «È tutto nuovo, ma quello che abbiamo trovato di buono durante questo periodo dovremmo mantenerlo. Scegliere bene le battaglie per cui combattere, per il pianeta, per le minoranze. Assumerci delle responsabilità». Tematiche che, senza dubbio, troveremo nei suoi nuovi progetti, ai quali sta lavorando: «Subito dopo l'estate tornerò in studio - rivela - ho molte collaborazioni in ballo, sono emozionatissima. Arriveranno tante cose belle».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie