Sabato 06 Marzo 2021 | 03:54

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Il pugliese Gio Evan a Sanremo 2021: «La musica ha un potere terapeutico»

Il pugliese Gio Evan a Sanremo 2021: «La musica ha un potere terapeutico»

 
L'intervista
Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

 
Musica
«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

 
Nuove uscite
«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

 
L'intervista
Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

 
Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNuove proposte
Il foggiano Gaudiano trionfa a Sanremo Giovani

Sanremo 2021, il foggiano Gaudiano trionfa nella categoria giovani

 
BariMisure restrittive
Covid 19 a Bari, stop all'asporto dalle 18 nei fine settimana: l'ordinanza

Covid Bari, stop all'asporto nei fine settimana a partire dalle 18: l'ordinanza

 
PotenzaL'idea
Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
LecceLa curiosità
Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

Musica

«The Connection», jazz per riallacciare i legami dell’anima

L’album del batterista barese Aldo Bagnoni

«The Connection», jazz per riallacciare i legami dell’anima

Aldo Bagnoni è un batterista di lungo corso, formatosi in una stagione - gli Anni ‘70 - caratterizzati da un mondo giovanile onnivoro, pronto a consumare ciò che odorasse di nuovo, senza badare troppo alle distinzioni, tranne poi a metabolizzare tutto ricollocando ogni cosa al suo posto, sia pure con nuove consapevolezze. E questo suo venire da lontano certo non gli fa sfuggire che The Connection, il titolo scelto per il suo nuovo album edito da AlfaMusic, ha un precedente storico nell’omonimo, celebre testo teatrale di Jack Gelber, portato in scena nel 1959 dal Living Theatre e arricchito, un anno più tardi, dalla bella colonna sonora jazzistica scritta dal pianista Freddie Redd e immortalata da un bell’album della Blue Note.

In questo caso, però, la connessione cui fa riferimento Bagnoni è di tutt’altro genere e sebbene ormai la parola ci rinvii sempre più a un mondo fatto di tecnologia e di contatti virtuali, nelle intenzioni del Nostro vuole invece aprirsi a quel novero di rapporti umani che, a maggior ragione in un’epoca scandita dal «distanziamento sociale», vogliono recuperare il loro più profondo senso di contatto fisico e spirituale fatto di gesti, di sguardi che sono il vero e unico ponte per la più genuina trasmissione del pensiero.

Ecco allora che l’album diventa un intinerario nel quale, attraverso una predilezione per i tempi medi, il jazz appare la bussola per orientarsi nelle musiche del mondo, nel folklore del nostro Sud e si arricchisce di aromi di tango, fino a sconfinare brevemente nei territori dell’atonalità.

Per questo suo viaggio, Bagnoni, che pur barese ha scelto di risiedere e agire fra la Murgia e il Materano, ha impegnato tre eccellenze del panorama salentino come il pianista Mauro Tre, il sassofonista Emanuele Coluccia e il contrabbassista Giampaolo Laurentaci. Dieci in tutto i brani, nove dei quali a firma di Bagnoni e uno, Lipompo’s Just Arrived basato sulla rilettura di un tema popolare lucano.
Apre e chiude la scaletta Clarabella, un pezzo dedicato al personaggio di Walt Disney e caratterizzato da profumi di milonga, pur senza qualche fuggitivo lampo balcanico che ne permea la melodia. Nell’epilogo, poi, la ripresa è considerevolmente diversa e impiega il leader persino un una sorta di «recitarcantando».

Cappello eolico è memore di molto jazz degli Anni ‘80, dai Lingomania agli Steps Ahead, mentre This Is My Place è una ballata contemporanea ben scolpita dal plastico tenore di Coluccia. Di Eternal Returns si apprezza il tema obliquo e danzante; The Dolmen and the Sea introduce in una pacata atmosfera latin che non manca di rinvigorirsi in un bel crescendo espressivo; ancora nel campo delle ballad ci si muove con Heart on a Mountain, mentre Oral Culture, dopo un avvio molto libero, converge su un terreno più jazzistico nel quale il gioco fra il tema e la batteria sembra quasi ispirato al celebre Freedom Jazz Dance. Infine What Was I Looking For si apprezza per il suo canto dolente che si libra su un tempo ternario.

Album di buona fattura, The Connection dimostra quanta musica di qualità sia ancora possibile fare - e ascoltare - mettendosi in pace con se stessi e seguendo la propria stella polare senza furbizie, ma con grande onestà intellettuale. Tratto distintivo, quest’ultimo, di tutta l’attività di Bagnoni che ha sempre preferito restare ai margini di certa scena concertistica, pur di non scendere a compromessi.

Sin qui l’uomo e il suo intelletto; riguardo al musicista, accanto a un linguaggio strumentale completo e maturo, se ne apprezza la felice vena compositiva. E di questi tempi, non è assolutamente poco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie