Lunedì 20 Maggio 2019 | 20:38

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

 
BariL'evento
Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

 
BrindisiL'appello di Adelina
Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
BatSanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
LecceIl sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
MateraAi domiciliari
Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

 

i più letti

Lettere alla Gazzetta

Il mondo intorno a noi ora piccolo ora grande

L’ago era tanto lungo… è per questo che non ho voluto fare l’iniezione”. È una scusa che probabilmente avete già sentito. Ma qualche volta non sembra una scusa quella che un nostro amico racconta spaventato, quando dice: “Quel ragno sul cespuglio era così grande che sono scappato di corsa”. In realtà, i nostri amici sono sinceri, “a modo loro”. Non ci vogliono prendere in giro. E oggi la scienza viene in nostro aiuto nel farcelo capire. Un recente esperimento ha infatti mostrato che se abbiamo paura di un animaletto, ce lo immaginiamo (e lo vediamo) più grande di quello che è realmente. Le emozioni guidano e distorcono le nostre percezioni, per cui il mondo non appare a tutti uguale. Esperimenti di psicologia applicata hanno messo a confronto persone che avevano tantissima paura dei ragni con altre che non ne erano per nulla spaventate. Le prime tendono a esagerarne le dimensioni rispetto alle altre. Emozioni negative, quindi, fanno in modo che tendiamo a sovrastimare la taglia di ciò che ci sembra minaccioso. Ma anche le emozioni positive possono dare luogo a valutazioni non aderenti alla realtà. Si è visto che i campioni di golf ritengono che le buche siano più larghe di quanto effettivamente misurano: la spiegazione è che per loro è facile mandarvi dentro la pallina, come se fossero davvero molto grandi. Ai principianti, invece, accade il contrario. La conclusione è che il mondo intorno a noi, sebbene non si allarghi o si restringa come un pezzo di gomma, a ciascuno può apparire almeno un po’ diverso. Le prove che gli studiosi hanno raccolto non riguardano soltanto la vista. Se vi mettono sulla schiena uno zaino pieno di libri e vi trovate all’inizio di una salita ripida che dovrete scalare, vi sembrerà di essere caricati di un peso maggiore del reale. Se invece lo zaino lo ponete in spalla mentre vi trovare su un bel prato pianeggiante, è più facile che indoviniate il vero peso. La lezione da trarre è che spesso le nostre paura (i ragni) o le circostanze (la salita) influenzano il modo in cui percepiamo le cose. Se affermiamo che l’animaletto è enorme o che lo zaino è pesantissimo, non stiamo dicendo una bugia, ma stiamo riferendo onestamente come vediamo la realtà in quel momento. Forse un giorno scopriremo anche qual è il motivo a livello cerebrale, e se viene prima la paura e poi l’impressione distorta, o e abbiamo paura perché le cose ci sembrano più grandi. Resta il fatto che dobbiamo essere più comprensivi con i nostri amici che gridano di fronte ad aghi e ragni: per loro sono davvero grandissimi.

Carmelo Carparelli, Fasano (Brindisi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400