Domenica 19 Gennaio 2020 | 06:48

Il Biancorosso

Calcio
Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariPer Sant'Antonio Abate
Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

 
BatIl caso
Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

 
LecceMoria di tartarughe
Lecce, «Caretta caretta» spiaggiate morte trovate a San Cataldo

Lecce, «Caretta caretta» spiaggiate morte trovate a San Cataldo

 
TarantoI controlli
Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

 
FoggiaLe ricerche
San Severo, a caccia della pantea co i droni

San Severo, caccia alla pantera con i droni

 
MateraL'annuncio
Matera e disabili, presto in città un «Albergo etico»

Matera e disabili, presto in città un «Albergo etico»

 

i più letti

Lettere alla Gazzetta

Francesco e le meraviglie del Signore

La meraviglia viene definita dal Devoto Oli «motivo o sentimento improvviso e gradevole di ammirazione spontanea e intensamente compiaciuta». È lo stupore che abbiamo provato da bambini nello scoprire il mondo, quell’emozione di sentirci in balia della natura. Neanche i progressi della scienza e della tecnologia riusciranno a privarci della meraviglia di scoprire quello che non sappiamo sul senso della nostra esistenza, anche delle piccole cose del quotidiano. La meraviglia, secondo Platone (428aC/348aC) e Aristotele (384aC/322aC), è all’origine della sapienza e della filosofia. È il senso di stupore e di inquietudine sperimentato dall’uomo quando, soddisfatte le immediate necessità materiali, comincia a interrogarsi sulla sua esistenza e sul suo rapporto con il mondo. E, per Cartesio (1596/1650), la meraviglia è una gradevole emozione dell’anima che consiste nel godimento del bene presente e futuro. Ma è Papa Francesco che invita i cristiani ad aprire il cuore alle «due meraviglie del Signore», la meraviglia della creazione e la meraviglia della redenzione, del Cristo Morto e Risorto, che dà gioia e rende liberi.

Mario Conforti, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie