Domenica 20 Gennaio 2019 | 12:07

LETTERE ALLA GAZZETTA

Attenzione al rischio spettacolarizzazione

Anche il Telegiornale, a volte, si trasforma in un bollettino di guerra, cui fanno seguito le notizie di cronaca nera, indulgendo così alla spettacolarizzazione degli eventi più efferati e macabri.
Lo stesso vale per alcuni programmi di intrattenimento, nei quali vengono riportate tragedie domestiche, indugiando con macabro compiacimento sui dettagli, mostrando in parallelo scene di film catastrofici allo scopo di enfatizzare la spettacolarizzazione dell'evento.
A volte i processi prima di arrivare in Tribunale si fanno già nei salotti televisivi. È anche per questo motivo che i giornalisti, i cronisti e i mass media nel loro complesso hanno una grande responsabilità: il mondo dell'informazione deve essere consapevole del potere che detiene e quanto questo potere può influenzare le menti delle fasce di popolazione più deboli di fronte a una certa spettacolarizzazione.

Maria Amendolagine, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400