Venerdì 18 Gennaio 2019 | 06:55

LETTERE ALLA GAZZETTA

La lezione dell’innovatore Arrigo Sacchi

Avanti tutta ad innovar. Il premier Renzi e la sua prodigiosa squadra di governo stanno tentando in tutti i modi di dare alla riforma costituzionale una spruzzata progressista. Si modifica la Carta dei padri nobili. Ma in meglio o in peggio? Opinionisti, politici, costituzionalisti, comunità sono divisi e s’apprestano ad esprimere la loro ferma voce con la consultazione popolare del prossimo 4 dicembre. Ci sono anche i dubbiosi.
A non avere alcuna perplessità sulla bontà delle riforme dell’ex «rottamatore», è l’ex allenatore del Milan Arrigo Sacchi, che critica la posizione del suo ex datore di lavoro, mago Silvio: «Ho visto il fronte del No e mi meraviglio di Berlusconi: è sempre stato un innovatore e lo vedo in compagnia di altri che non sono assolutamente degli innovatori».
Sacchi ha rivoluzionato il calcio grazie all’apporto fondamentale di Gullit e di Van Basten. L’ex Ct sarebbe riuscito a fare mirabilie con Verdini e con Alfano?

Marcello Buttazzo, Lequile (Lecce)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400