Sabato 19 Gennaio 2019 | 19:43

LETTERE ALLA GAZZETTA

Maestri maldestri in televisione

Maldestri maestri. A Otto e mezzo, abbiamo visto uno psichiatra abituale frequentatore di salotti televisivi, frequentazione che non deve avergli giovato molto dal momento che il suo stesso compagno di cordata referendaria, presente in studio, gli ha chiesto se fosse psichiatra o psicologo.
L’altro ospite era un attore impresario eletto nel centrodestra e poi passato nel centrosinistra (il trasformismo, per un attore, è un arricchimento artistico), noto per le sue rare apparizioni in Parlamento, probabilmente perché in macchina non aveva il Gps per trovare Monte Citorio.

Francesco Berardino, Foggia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400