Domenica 23 Febbraio 2020 | 00:43

Il Biancorosso

Calcio
Bari, mister Vivarini srpona i suoi prima della trasferta contro la Cavese: «Siamo nel momento clou del torneo»

Bari, mister Vivarini sprona i suoi: «Siamo nel momento clou del torneo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiasos sicurezza
Foggia, nelle campagne torna il Far West

Foggia, nelle campagne torna il Far West

 
Barila decisione
Popolare di Bari, De Angelis nominato direttore generale

Popolare di Bari, De Angelis nominato direttore generale

 
BatTragedia sfiorata
Barletta, agguato in via Callano, ferito un 53enne sparato alle spalle

Barletta, agguato in via Callano, ferito un 53enne sparato alle spalle

 
BrindisiIl caso
«Rifiuti pericolosi sul traghetto partito da Brindisi», la denuncia di un giornalista

«Rifiuti pericolosi sul traghetto partito da Brindisi», la denuncia di un giornalista

 
PotenzaI controlli
Melfi, guida «Panda» rubata, fermato nel Foggiano

Melfi, guida «Panda» rubata, fermato nel Foggiano

 
Tarantol'illustrazione
Diodato nella sua Taranto: l'omaggio di un artista è virale

Diodato nella sua Taranto: lunedì attestato benemerenza dal Comune

 
LecceNel Salento
Patù, in vendita monumento nazionale: scoppia il caso «Centopietre»

Patù, in vendita monumento nazionale: scoppia il caso «Centopietre»

 
Materanel Materano
Scanzano Jonico, ubriaco picchia la compagna e la manda in ospedale: arrestato

Scanzano Jonico, ubriaco picchia la compagna e la manda in ospedale: arrestato

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Solo tassazione ma lo Stato sociale in Italia non c’è

Per ottenere un servizio pubblico i cittadini italiani pagano due volte.
Si spera che questo sistema, già adottato dalle regioni coi ticket, non si estenda anche alla scuola dell'obbligo e agli altri servizi collettivi, come il rinnovo della patente o della carta d'identità e così via.
Gl esperti hanno calcolato che gli Italiani sono i più tartassati d'Europa e forse non hanno tenuto conto di queste altre tasse occulte.
Ma si può considerare il nostro uno Stato sociale?
Credo proprio di no.
Quelli che ci governano, sia a livello locale che nazionale, mi fanno tornare alla memori a un certo Piripicchio che girava fra le strade cittadine con la caccavella e il tamburo esibendosi con atti osceni e girando con il piattino per chiedere ai cittadini un compenso per le sue prestazioni.
Prima c'era un solo Piripicchio, ma oggi quanti ce ne sono?

Biagio Sannicandro, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie