Giovedì 17 Gennaio 2019 | 03:29

LETTERE ALLA GAZZETTA

L’aumento continuo dei senzatetto

Mano tesa per l’obolo. Un capellaccio con dentro spiccioli di elemosina. Angoli di strade che odorano della loro presenza. Panchine occupate sotto l’indifferenza della società. Sono i barboni. Vogliamo chiamarli i senza dimora?
Nell’Unione europea potrebbero essere tre milioni i senzatetto. Nel nostro Paese 60mila persone non sanno dove passare la nottata. A volte ci riescono, a volte no. Ci sono enti che fanno molto per loro. Mense e accoglienze notturne scongiurano morti silenziose, ma non possono risolvere povertà ed emarginazione.
Le fragilità sono la spia che qualcosa non funziona. Ignorare il problema vuol dire accrescerne l’impatto negativo. Crisi o non crisi.

Fabio Sìcari, Bergamo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400