Lunedì 21 Gennaio 2019 | 00:11

LETTERE ALLA GAZZETTA

Colpito e affondato nel portafoglio

Sabato 1 ottobre il telelaser barese si è guadagnato addirittura la passerella nazionale di Rai1. Certo il nome farebbe pensare a un'arma letale tratta da Guerre Stellari, oppure a uno strumento di distruzione manovrato con precisione da vigili in versione cecchini, o urban snipers. Che centrano, non visti, pericolosissimi trasgressori senza cinture in città o al cellulare. L'invasività della tecnologia si presta bene alla motivazione ufficiale, sempre la solita: la sicurezza. Il sospetto diffuso però è che da quando è obbligatorio segnalare almeno 400 metri prima l'autovelox il gettito sia diminuito e allora si ricorre un altro metodo a distanza per fare cassa. Quando l'automobilista vedrà il cartello (ovvio non il vigile) sarà troppo tardi. Colpito e affondato. Nel portafoglio.

Mimmo De Lucia, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400