Sabato 19 Gennaio 2019 | 16:27

LETTERE ALLA GAZZETTA

Da Palazzo Chigi una promessa dopo l’altra

Lu ponte e pure lu pilu, crepi l’avarizia. Il Ponte sullo Stretto è un manifesto elettorale buono per tutte le elezioni e che, chiuse le urne, viene riposto accuratamente nel cassetto, servirà la prossima volta. Inaugurò la presa per i fondelli Berlusconi, nella campagna elettorale del 2001. Oggi, a due mesi dal referendum, Renzi chiede ai suoi strizzacervelli un elenco di promesse che non si possono mantenere entro il 4 dicembre. Detto fatto, al primo posto il Ponte sullo Stretto, seguirà la pensione a quaranta anni per tutti e, dulcis in fundo, la poligamia sia per gli uomini che per le donne, proprio come l’on. Qualunquemente: più pilu per tutti.

Francesco Berardino, Foggia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400