Domenica 26 Gennaio 2020 | 18:09

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato. Alle 15 la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
BatLa storia
Barletta, Antonella e il suo giro per il mondo a piedi e in bici: il viaggio nel sangue

Barletta, Antonella e il suo giro per il mondo a piedi e in bici: il viaggio nel sangue

 
BrindisiIn piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
GdM.TVAttentato
San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 23 mezzi azienda raccolta.

San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 23 mezzi azienda raccolta

 
PotenzaCittà europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Questa è l’Italia prigioniera della sua ignoranza

Caro Dottor. De Tomaso, come Lei ha giustamente ricordato nell'articolo del 25 settembre 2016 "La rischiosa nostalgia della prima Repubblica", secondo cui, anche la forza politica più nuova (si fa per dire) i pentastellati, non è che Beppe Grillo sia tanto nuovo nelle sue boutade, vorrebbe riproporre le regole della prima Repubblica, e cioè la legge elettorale proporzionale e il voto di preferenza, che equivarrebbe a non avere alcuna speranza per una governabilità attiva e creativa, concludendo saggiamente con una frase esaustiva in tutti i sensi " Questa è l'Italia ", un Paese privo di stimoli propositivi e migliorativi, aggiungo io. Condividendo in pieno la sua analisi e la sua visione delle cose, vorrei aggiungere, se me lo consente, che la causa di tutto ciò è dovuta alla ignoranza o alla bassa cultura, come dir si voglia, che domina sovrana nel nostro Paese, che ha permesso alle attuali forze politiche (non tutte fortunatamente) al contrario di quelle post 2° conflitto mondiale, che nonostante le diverse ideologie che le contraddistinguevano una dall'altra, si sedettero attorno ad un tavolo, scrivendo,approvando e promulgando la Costituzione, definita da diversi Paesi democratici occidentali una delle migliori in assoluto; di azzuffarsi continuamente tra di loro, elevando il "NO" a simbolo primario del dialogo o presunto tale, bloccando di conseguenza qualsiasi iniziativa per legiferare o migliorare quelle esistenti, consentendo pertanto ai nostri giovani di avere un futuro meno incerto, in un Paese più flessibile e moderno.

Michele Palumbo, Foggia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie