Giovedì 28 Gennaio 2021 | 09:56

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Homela scomprasa
Morto a Santa Domingo Francesco Cavallari: aveva 84 anni il re delle cliniche di Bari

Morto a Santo Domingo Francesco Cavallari: aveva 84 anni il re delle cliniche di Bari

 
Brindisil'operazione
Brindisi, mazzette in Tribunale: 6 arresti. Coinvolti anche 2 magistrati

Brindisi, mazzette in Tribunale: 6 arresti. Coinvolti anche 2 magistrati

 
Potenzatragedia
Potenza, precipita da parete rocciosa: muore guida escursionistica di 49 anni

Potenza, precipita da parete rocciosa: muore guida escursionistica di 49 anni

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Un Paese corrotto non può risalire dal baratro

Comunque, è più che mai necessario prendere consapevolezza che un Paese corrotto, considerato poco affidabile, sull’orlo della recessione non ha alcuna possibilità di crescere e tirarsi fuori dal baratro in cui è precipitato. Infatti, non possono essere favorite attività economiche, turistiche, commerciali, industriali. Nessun Paese, in presenza di tanta inaffidabilità, è disposto a porre in essere qualsiasi rapporto di natura economica, preferendo altri stati.
Ed allora occorre che ciascuno di noi, nel suo piccolo, da semplice cittadino, da manager o da parlamentare, si rimbocchi le maniche e dia la più ampia collaborazione per porre fine alla corruzione, che danneggia l’intero Paese. Altrimenti tutti, ma proprio tutti staremo come prima, peggio di prima, condizionati e penalizzati da questo male ormai incancrenito.

Silvio Panaro, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie