Giovedì 17 Gennaio 2019 | 13:03

LETTERE ALLA GAZZETTA

La storia non deve debordare

Libertà di stampa sì, ma non libertà di offendere e oltraggiare. C'è o ci dovrebbe essere un limite alla libertà, non imposto dalla legge bensì dal semplice, comune buon senso. La provocazione può essere anche utile e, quindi, accettata quando mira a smascherare il malaffare e gli intrallazzi della politica, a condizione che, però, non leda la dignità delle persone vittime innocenti di un terremoto disastroso, che ha causato, per il momento, ben 294 morti, varie migliaia di crolli di case, palazzi antichi, edifici pubblici, monumenti, gettando nella disperazione le famiglie dei sopravvissuti per miracolo. La penna graffiante dei vignettisti non deve superare certi livelli.

Salvatore Sisinni, Squinzano (Lecce)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400