Lunedì 27 Gennaio 2020 | 03:14

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato. Alle 15 la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatESERCITO
Barletta, tutti di corsa per la "Toro Ten"1.300 partecipano alla gara con le stellette

Barletta, tutti di corsa per la «Toro Ten»
1.300 partecipano alla gara con le stellette

 
HomeLa tragedia
San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

 
HomeAggressione
Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
BrindisiIn piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
PotenzaCittà europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Fermiamo le disuguaglianze complessive

Cacciare i Pokemon? Si ma nel senso di mandarli via, cacciarli appunto. Insieme ai loro cacciatori. I Pokemon infatti non sono, come qualcuno potrebbe pensare, la causa del rimbambimento collettivo ma al contrario ne sono l'effetto, la conseguenza visibile. E se non lavoriamo seriamente sulle cause ci saranno tanti altri Pokemon nel nostro futuro. Purtroppo forme maniacali da autentico disturbo mentale vengono frettolosamente derubricate a fenomeni «ludici» dei quali ci si può anche vantare con gli amici. Stesso discorso andrebbe applicato all'uso compulsivo dei telefonini e dei social se non fosse per gli interessi miliardari messi in gioco che impediscono qualsiasi tentativo di approfondimento del fenomeno. A partire dalla scuola. Il sistema attuale giustifica (ovvero favorisce) le dipendenze compulsive e soprattutto riesce molto bene a monetizzarle.

Franco Prisciandaro, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie