Martedì 26 Gennaio 2021 | 17:28

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariemergenza Covid
Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

 
PotenzaL'appello
Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

 
FoggiaControlli dei CC
Rignano Garganico, 8 persone sorprese in bar sprovvisto di licenza: fioccano multe e sanzioni

Rignano Garganico, 8 persone sorprese in bar sprovvisto di licenza: fioccano multe e sanzioni

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto. Altre persone sotto le macerie: 4 feriti gravi

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

I debiti dei baresi una tradizione raccontata nel dialetto

Viva i debiti, viva le cambiali. «Prestiti e rate, sono i baresi i più indebitati del Mezzogiorno», scriveva in prima pagina la «Gazzetta» del 27 agosto, citando i dati dell’osservatorio «Mister Credit». E su questo dato possiamo citare proverbi e aneddoti riferiti alla storia delle tradizioni popolari baresi citati nel testo di Alfredo Giovine, «Proverbi pugliesi».
Intanto diciamo subito che il debitore barese è «u koppunìste», e chi compra qualcosa a rate compra «a rascke». Quando si toglie il debito, è come quando si è partorito: «Dèbbete levàte dogghia passàte». Ma c’è chi i debiti non li vuole pagare e trova ogni pretesto per non farlo: «Acquànne s’ava pagà, tanne chiove la case». E comunque dal malpagatore si deve prendere anche il poco, benedetto e subito: «Da u malapagatòre acciàffe chedde ca puète». C’è poi chi si ammala per aver fatto debiti: «Le keppùne donne u predìte alla cape». E sono tutti d’accordo i baresi nel definire in modo malefico un debito, perché: «ce u dèbete fosse buène ognune mbrestàve la megghière».

Felice Alloggio, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie