Martedì 21 Gennaio 2020 | 08:53

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materaprocura di matera
Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce

Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce

 
LecceGiustizia svenduta
Pm arrestati, per la Procura: «Imprenditore Introno è attendibile»

Pm arrestati, per la Procura: «Imprenditore D'Introno è attendibile»

 
BariIl concorso
Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate riciclate in un anno

Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate da riciclare in un anno

 
FoggiaIl caso
Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

 
TarantoIl processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Mittal, Tar boccia ricorso in As su bonifica. Stop Acciaieria 1, Usb: 250 esuberi mascherati

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Doveva ricordare anche il giovane Franco Sorrentino

Convintamente ho partecipato accompagnando mio figlio di nove anni alla commemorazione dell'eccidio accaduto a Bari il 28 luglio del 1943, dove persero la vita circa una ventina di persone fra cui anche Graziano Fiore, ancora ragazzo. Inoltre ci furono - è bene ricordarlo - oltre che molti feriti anche numerosi arresti, fra cui Franco Sorrentino (poco più che ventenne), giovane liberale antifascista che aveva partecipato anche all'organizzazione del corteo, il quale scampò miracolosamente alla morte, ma fu immediatamente arrestato dall'Ovra con alcuni altri sopravvissuti. Franco Sorrentino varcò la soglia del carcere nella notte del 28-29 luglio 1943 e vi rimase fino al 18 agosto.
Quest'anno come il precedente durante la cerimonia non è stato fatto alcun cenno di «quel giovane liberale antifascista».
Ecco perché chiedo ancora una volta pubblicamente al nostro sindaco, Antonio Decaro, di non lasciare che anche in questi momenti di così alto valore civile si racconti un’altra storia, quella riferita unicamente alla propria parte politica. Lo dobbiamo per noi e, soprattutto per i nostri figli.
In ultimo voglio ricordare che un sindaco rappresenta sempre l'istituzione e giammai un partito politico.

Alessandro Dispoto, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie