Sabato 19 Gennaio 2019 | 17:27

LETTERE ALLA GAZZETTA

Sessismo tra i tavolini d’estate

Sessismo in un bar della mia città in una giornata di domenica ventosa, dunque con le spiagge cittadine poco o niente affollate.
In un locale all'aperto vicino al mare due donne sui 40 anni, ben vestite e pettinate, gustano al tavolino due ghiaccioli, di quelli colorati ad arcobaleno, che l'estate costituiscono un'alternativa ai coni cremosi.
Due uomini a un altro tavolino, anche loro ben vestiti e dall'aspetto di giovani professionisti, iniziano a darsi di gomito con battute sempre più volgari, inerenti la forma dei ghiaccioli e certi sottotesti più in uso tra i liceali goliardici che da parte di gente matura e insospettabile.
Alla fine una delle due signore, stufa, puntando il ghiacciolo ancora intonso in direzione di uno dei provocatori, pronuncia la seguente frase a voce non troppo alta, ma sufficientemente comprensibile alle orecchie degli importuni: «Vuole favorire? Così anche noi ci facciamo quattro risate, perché la sua presa in giro è veramente inaccettabile».
Imbarazzo da parte dei due uomini e una richiesta di scuse veloce, sufficientemente convincente, così da evitare altri diverbi tra le due fazioni.
La conversazione ai due tavolini riprende come se non fosse mai successo nulla.

Romolo Ricapito, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400