Sabato 19 Gennaio 2019 | 04:50

LETTERE ALLA GAZZETTA

I golpisti turchi dilettanti e anacronistici

La parola chiave è stata “salah”, la preghiera rituale islamica con la quale Recep Tayyip Erdoan ha avuto la meglio sul tentato colpo di Stato.
Secondo l’agenzia vaticana “Fides”, il fallito golpe in Turchia è da ricondursi anche alla scelta della Direzione nazionale degli affari religiosi, che ha disposto, appena avuta notizia del complotto politico, che gli imam lanciassero dalle moschee la “salah”, per esprimere il pieno sostegno al Governo turco e alle autorità dello Stato.
Occorre aggiungere che i golpisti si sono dimostrati anacronistici, basti pensare che hanno occupato la rete televisiva statale, trascurando che ci sono tantissimi altri canali tivù e radio.

Fabio Sìcari, Bergamo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400