Sabato 16 Gennaio 2021 | 07:44

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

In Italia davvero tutto è possibile

Leggo sulla «Gazzetta del Mezzogiorno» le cause possibili di quel maledetto scontro tra treni locali. Ad un certo punto mi blocco leggendo (spero vivamente di avere interpretato male) che tra le concause che possono avere causato il ritardo del treno in stazione e, quindi avere contribuito ad una errata manovra del capostazione c'è quella che «il treno ha dovuto perdere dei minuti per aver fatto scendere dal vagone un disabile in carrozzina» mi sono detto: vuoi vedere che alla fine la responsabilità del disastro non sarà dei capistazione, del sistema obsoleto di controllo della linea, della mancanza di sistemi di allarme, di comunicazione inesistente e dei ritardi burocrati (per non parlare della responsabilita di alcuni politici, ma questa è una altra storia..) ma sarà di quel disabile che è sceso alla stazione?
Non meravigliatevi, in Italia tutto è possibile. Diceva il compianto Franco Sorrentino: «Ma si può fare sta vita? Si può, si può...».

Raffaele Calabrese, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie