Venerdì 18 Gennaio 2019 | 20:55

LETTERE ALLA GAZZETTA

Un’autorità con la gomma da masticare

Un attacco di angoscia, se non di sconforto, mi ha colto guardando il notiziario di una tv locale pugliese: veniva mostrato un giovane ministro della nostra Repubblica, donna, in visita in una ridente cittadina pugliese. Al seguito, le autorità locali. Uno tra i membri delle autorità, personaggio noto per l'importanza del suo mandato, masticava «elegantemente» e con nonchalance un chewing gum.
Si parla tanto male dei politici della Prima Repubblica. Eppure penso che nessuno tra essi, anche il meno apprezzato, avrebbe osato tanto. Adesso usa «essere vicini alla gente». Questo motto, che dovrebbe garantire democraticità ed empatia per gli interessi di tutti, soprattutto dei più umili, è impiegato invece adottando la maleducazione non soltanto di una fascia giovanile disinvolta, ma soprattutto di chi non si cura né dell'immagine e neppure del decoro.
Masticare la gomma americana ci veniva vietato dai nostri maestri a scuola, ma adesso vige, assieme ad altre usanze becere, tra la classe politica dei quarantenni, i quali inoltre fanno del giovanilismo una sorta di bandiera per riscontrare consensi.
Consensi però che alla luce di quanto descritto, prima o poi finiranno, riportando all'oblio e alla dimenticanza di certi politici occasionali, che non distinguono una papera da un'anatra,

Romolo Ricapito, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400