Domenica 20 Gennaio 2019 | 21:53

LETTERE ALLA GAZZETTA

Un Paese a cui piace chiudere tutto

Scrivo per raccontare quello che mi è accaduto domenica scorsa 19 giugno 2016. Essendo il tempo nuvoloso, con mia moglie decidevo di girare luoghi turistici invece del solito mare. Mi recavo a Galatina per rivedere la magnifica Basilica di Santa Caterina d’Alessandria. Durante la visita del monumento nazionale di prima categoria si sentiva un annuncio, erano le 12,20: si avvisano i signori visitatori che tra dieci minuti si chiude!!
Esterefatto, e con me circa altre cento persone tra cui anche francesi ed inglesi, abbandonavamo il sito e chiedendo al custode l'orario di apertura ci riferiva le 16.30.
Magari far pagare anche un solo euro a testa avrebbe potuto creare un posto di lavoro ed evitare il ridicolo della chiusura e permettere, comunque, a non so chi pranzo e penichella di ordinaza.
Per inciso ci recavamo poi da Ascalone, pasticceria famosa per il pasticciotto di Galatina. Accoglienza eccellente da parte di due Signore ma il pasticciotto alle 12,30 terminato!!!
P.S Mi sembra che anche Papa Francesco dica :Chiese aperte!!"
A voi il commento.... cosa pretendiamo dalla politica se in fondo stiamo bene così e vogliamo cambiare tutto perchè nulla cambi ?Soprattutto le nostre abitudine e comodità.

Martino Ancona, Martina Franca (Taranto)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400