Sabato 19 Gennaio 2019 | 05:33

LETTERE ALLA GAZZETTA

Dopo le stragi aumenta la vendita delle armi

La Florida è giustamente, tra le 50 regioni degli USA la più paragonabile alla nostra Puglia. Sole tutto l'anno e con una Miami che a parte la grandiosità della grande città è, continuando nel paragone, il nostro Salento per paesaggi di mare e gioia di vivere.
Poi ci si accorge che c'è una lunga scia di sangue per stragi che si sono verificate ultima quella in cui killer, pare, devoto al Califfo che ha ucciso 50 persone nel locale gay.
È l'Fbi che dice che era sospettato di essere simpatizzante dell'Isis ma quel grande paese che sono gli USA questo non bastava per togliergli qualche libertà.
Ora si discute della facilità con cui negli USA ci si può armare fino ai denti, e, a parte la strumentalizzazione politica, Trump con la sua linea dura contro l'Islam e Hillary Clinton che ha rilanciato l'antica polemica per la riduzione della vendita delle armi.
Ed invece è dimostrato che dopo queste stragi, ma questa è la più grave della storia degli USA, la vendita della armi aumenta.

Mimmo D'Aloia, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400