Domenica 20 Gennaio 2019 | 13:36

LETTERE ALLA GAZZETTA

Omofobia transfobia e scolari

L’assessore al Welfare di Bari ha dato il suo personale e convinto sostegno a un corteo cittadino contro omofobia e transfobia. Trovo discutibile - nel senso che occorreva discuterne prima - l'idea di coinvolgere anche i bambini delle elementari. Non ci è stato fatto sapere infatti se vi siano state lezioni preparatorie, di che genere, e se vi sia stato il consenso dei genitori. Bisognerebbe partire dalla lingua italiana: sul concetto di omofobia non vi sono infatti pareri univoci e condivisi essendo il neologismo una creazione recentissima. Se consideriamo poi il termine transfobia il cammino di comprensione per dei bambini è davvero arduo e richiede un notevole (non si sa quanto utile) impegno di spiegazione. Si spera non solo ideologico. Tornando invece ai grandi: anche loro capiscono poco cosa c’entri il welfare barese con queste manifestazioni.

Mimmo De Lucia, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400