Giovedì 17 Gennaio 2019 | 09:43

LETTERE ALLA GAZZETTA

Il male al di là della più turpe immaginazione

Per affrontare ogni giorno il nostro carico di dolore forse ci comportiamo come abili sciatori, facciamo slalom, sfioriamo ogni evento, commentiamo con partecipe sofferenza e passiamo oltre,ma dinanzi alla morte dei due bambini gettati dalla terrazza perchè si erano ribellati al pedofilo, l'umana pietà va oltre e come «Il Grido» del quadro di Munch, l'uomo urla lo strazio di tutto il dolore del mondo e in questo caso lo stupore di vedere il Male nella sua rappresentazione più bieca.

Lilli Maria Trizio, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400