Sabato 19 Gennaio 2019 | 03:15

LETTERE ALLA GAZZETTA

La lezione di Ranieri per gli italiani

Leicester ha più o meno gli stessi abitanti di Bari, è l’undicesima città Inglese e, udite udite, ha un proprietario thailandese, Vichai, un cognome che ci vuole mezza pagina di giornale per scriverlo, e un tecnico italiano, Ranieri che in 29 anni ha allenato 14 squadre, da alcune delle quali è stato cacciato a male modo vedi la nazionale greca. Solo ora si sono accorti che è bravo? In verità non gli hanno dato tempo di mostrare il suo valore!
Oltre ad avere presidenti del sud est asiatico in comune, Leicester e Bari dovrebbero meditare su una circostanza: firmare contratti a vita con i rispettivi allenatori. Il calcio non impara mai dai suoi errori. Maran non era buono a Bari lo è diventato a Chievo, Di Francesco non andava bene a Lecce ed è stato artefice del miracolo Sassuolo.
Questo calcio pieno di debiti ha bisogno urgente di imparare la lezione di un programma decennale per ogni squadra che preveda lo stesso cuoco per propinare una minestra apprezzabile.


Mimmo D'Aloia, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400