Domenica 20 Gennaio 2019 | 17:53

LETTERE ALLA GAZZETTA

Automobilisti e pedoni serve più prudenza

Sono un vecchio automobilista con una grande esperienza. Mi è successo alcuni giorni or sono, avvicinandomi alle strisce pedonali, di rallentare e all’improvviso è spuntato da un camion in sosta un pedone. Per fortuna sono riuscito a frenare in tempo, perché un signore era già sul passaggio pedonale. Non ho mai visto un passante fermarsi a guardare a destra e a sinistra prima di attraversare, specialmente dove non ci sono semafori.
In Italia il 42% dei morti in città è un pedone o un ciclista. 7.000 morti e oltre 200.000 feriti in dieci anni: sono i dati impietosi sulle tragedie che coinvolgono i pedoni. Numeri impressionanti, resi ancora più drammatici dalle invalidità permanenti riportate dalle vittime della strada. Questa immagine terribile si fa ancora più nitida se si pensa che il 30% dei pedoni perde la vita mentre attraversa sulle strisce e oltre il 50% delle vittime ha più di 65 anni.
Ci sarebbe una sola soluzione: gli automobilisti dovrebbero rallentare l’andatura quando si avvicinano alle strisce pedonali ed i pedoni dovrebbero avere l’accortezza di guardare da entrambi le parti prima di attraversare.

Silvio Panaro, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400