Lunedì 21 Gennaio 2019 | 02:33

LETTERE ALLA GAZZETTA

Ci sarà un nuovo miracolo italiano?

“Il paradiso è dove la polizia è inglese, i cuochi francesi, i meccanici tedeschi, gli amanti italiani e tutto è organizzato dagli svizzeri. L’inferno è dove i cuochi sono inglesi, i meccanici francesi, gli amanti svizzeri, la polizia tedesca e tutto è organizzato dagli italiani”. E’ quello che recita un vecchio adagio, credo d’oltremanica. Siamo quindi dei latin lover un po’ pasticcioni? Sicuramente siamo creativi e pazienti, talvolta individualisti ma anche generosi, piuttosto tolleranti, gaudenti ma pure risparmiatori, campanilisti e inguaribili calciofili. Generalmente ci sentiamo realizzati nel privato, ma insoddisfatti per la “cosa” pubblica: è diffuso il disinteresse per la politica soprattutto tra i giovani. Ma siamo anche un popolo di grandi risorse che evidenziamo ancor più nei momenti difficili e talvolta drammatici. Si rinnoverà il “miracolo italiano”? Molto dipenderà da noi.

Michele Massa, Bologna

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400