Giovedì 24 Gennaio 2019 | 04:05

LETTERE ALLA GAZZETTA

Cicche di sigarette nulla è cambiato a Napoli

Nonostante l’entrata in vigore, dal 2 febbraio scorso, della legge 28 dicembre 2015, n. 221, contenente disposizioni in materia ambientale, per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, la quale all’art. 40 stabilisce che ogni Comune deve provvedere a "installare nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo", mentre tocca a produttori e ministero dell’Ambiente attuare campagne di informazione per "sensibilizzare i consumatori sulle conseguenze nocive per l'ambiente derivanti dall'abbandono dei mozziconi", al Vomero, quartiere collinare del capoluogo partenopeo, nulla è cambiato. Difatti carreggiate e marciapiedi continuano a essere invasi da mozziconi di sigarette. Eppure la legge in questione prevede multe fino a 300 Euro per chi getta le cicche di sigarette per terra. Al riguardo non sappiamo se, fino a oggi, sia stata mai elevata una contravvenzione. L’unica cosa certa è che la situazione delle strade non appare per nulla cambiata, rispetto a quando tale normativa non c’era.


Gennaro Capodanno, Napoli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400