Domenica 26 Maggio 2019 | 15:07

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIn piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
BariCuriosità
Bari, «le donne ora non possono entrare»: code e proteste in un seggio

Bari, «Le donne per ora devono aspettare»: code e proteste in un seggio

 
BrindisiMala sanità
«Ceglie Messapica, cala il silenzio sull'ospedale»

Ceglie Messapica, fisiatra in aspettativa: niente riabilitazione dopo incidente

 
LecceL'inchiesta
Lecce, assenteismo a Comune e Lupiae: 17 sotto accusa

Lecce, assenteismo a Comune e Lupiae: 17 sotto accusa

 
MateraGli arresti
Ferrandina, pestato a sangue con pietre e bastone da ex moglie ed ex suocero

Ferrandina, pestato a sangue con pietre e bastone da ex moglie ed ex suocero

 
TarantoIl caso
Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

 
FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Quanto inquinamento producono i semafori

È capitato che i sindaci delle città blocchino la circolazione dei veicoli a causa dell’inquinamento atmosferico, che è tra i primi dieci fattori di rischio per la salute dell’uomo, responsabile, secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, di un numero di morti premature che va da 2 a 7 milioni ogni anno. Esso, infatti, è associato a malattie cardio-respiratorie, tumori ai polmoni, ricoveri ospedalieri per malattie respiratorie e per asma, bronchiti croniche, riniti allergiche, tosse, insufficienza respiratoria.
Eppure molte delle cause sono note. Tra queste vanno inclusi i gas inquinanti prodotti da veicoli a motore, cosa che pone autotrasportatori e conducenti in genere a rischio smog particolarmente elevato.
Tra le condizioni che espongono a questo maggior rischio ci sarebbero anche i semafori, come sostiene uno studio di un paio di anni fa pubblicato sulla rivista Atmospheric Environment, dal quale è emerso come il tempo trascorso fermi davanti a un semaforo rosso conti per il 25% delle emissioni respirate nonostante rappresenti solo il 2% del totale del tempo totale trascorso alla guida.

Silvio Panaro, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400