Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 23:54

LETTERE ALLA GAZZETTA

Un esperto pugliese non avrebbe fatto un buco nell’acqua

Peccato, nella scelta del presidente dell’Acquedotto Pugliese il governatore Emiliano avrebbe fatto bene a passare prima da Roma così come fa il presidente del Bari. Infatti l’ex arbitro Gianluca Paparesta che conosce la storia di Roma Imperiale passa sempre sotto l’Arco di Lo Tito quando va alla ricerca d’un personaggio preferibilmente asiatico che voglia comprare il club.
Per il nuovo capo dell’Acquedotto il presidente della Puglia che forse conosce solo la storia del Grand’Imbucato di Toscana a Palazzo Chigi avrebbe dovuto passare, a testa alta, sotto l’Arco di Costantino prof. Nicola docente del Politecnico ed allievo dell’ottimo prof. Gianfranco Dioguardi. Cosa temeva, che quell’Arco gli sarebbe crollato addosso?
Peccato, un’occasione perduta, non aver scelto il presidente dell’Acquedotto tra i tanti professori di Idraulica del Politecnico barese. Possibile che non ve ne sia uno all’altezza, dico uno che da manager non avrebbe fatto un buco nell’acqua?

Venanzio Traversa, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400