Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 09:14

LETTERE ALLA GAZZETTA

Forse è meglio affidarli alla ricerca scientifica

L’ultima rivoluzione della biologia e della medicina rigenerative, grazie anche all’uso di cellule staminali embrionali, è solo agli inizi, è promettente. Forse, a questo punto, dovrebbe intervenire il Parlamento, modificando opportunamente la legge sulla procreazione medialmente assistita.
Gli embrioni orfani congelati malati sovrannumerari sono destinati a rimanere per un certo periodo di tempo, anche anni, nei frigoriferi in azoto liquido, fino alla morte, oppure vengono buttati nei lavandini o nei water dei laboratori. Non è, forse, più decoroso, più produttivo, più umano, destinare questi embrioni senza speranza alla ricerca scientifica?

Marcello Buttazzo, Lequile (Lecce)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400