Mercoledì 19 Febbraio 2020 | 15:21

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Ciofani: «Bisogna cambiare passo per vincere tutte le partite»

Bari calcio, Ciofani: «Bisogna cambiare passo per vincere tutte le partite»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggianel Foggiano
Torremaggiore, erano pronti alla rapina in negozio: sventata dai cc

Torremaggiore, erano pronti alla rapina in negozio: sventata dai cc

 
Potenzacommercio
Nutella Biscuits da Balvano a Berlino: pronto il debutto sul mercato tedesco

Nutella Biscuits da Balvano a Berlino: pronto il debutto sul mercato tedesco

 
Leccenel Leccese
Alezio, cc trovano quasi un chilo di marijuana nascosta fra i rovi

Alezio, cc trovano quasi un chilo di marijuana nascosta fra i rovi

 
BrindisiNel Brindisino
Francavilla F.na, ruba in un forno e tenta furto in un liceo: arrestato 27enne

Francavilla F.na, ruba in un forno e tenta furto in un liceo: arrestato 27enne

 
Batnel nordbarese
Andria, armi da guerra per vendicare il padre boss ammazzato l'anno scorso: arrestati in 2

Andria, armi da guerra per vendicare il padre boss ammazzato l'anno scorso: arrestati in 2

 
MateraL'inchiesta
Sanitopoli lucana, ex governatore Marcello Pittella rinviato a giudizio

Sanitopoli lucana, a giudizio ex governatore Pittella: con lui anche ex dg Asl Bari

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Siamo in guerra fermiamo le gite scolastiche

È  un  bel  dire  quello di chi,  in questi  giorni,  invita  a  non  avere  paura  in  riferimento  ai  tanti  fatti  terroristici  che  avvengono  qua  e  là,  nel  nostro  vecchio  Continente  ad opera  di  alcuni  nostri  «fratelli»  di  fede  religiosa  diversa,  animati  da  odi o  rancori,  forse  atavici,  nei  confronti  di  popoli  che  godono  di  un  certo  benessere  economico.  Ma,  quando  la  paura  diventa  terrore,  non  si  riesce  più  a  contenere  e  a  gestire. 
Per  cui  le  frasi  del  tipo  «non  bisogna  avere  paura»  più  che  sentite  sono  di  circostanza e,  quindi,  dettate  da  una sorta  di  opportunità.  In altri  termini,  si  dice  una  cosa  mentre  se  ne  pensa  un’altra.  In  questo  periodo  c’è  un  grande  movimento  turistico  promosso  da  tutte  le  scuole  della  nostra  Penisola:  gite  scolastiche  in  varie  parti  d’Italia  e  d’Europa. Gli  studenti  non  vogliono  rinunciare  ma  i loro  insegnanti  e,  soprattutto, i loro genitori sono in panico  e  pensano  al  peggio  che  possa accadere.  Il  buon senso  consiglierebbe di  sospenderle,  almeno  per  quest’anno,  con  un  decreto  del  Ministro  dell’Istruzione.  Siamo  in  guerra.  E  lo  ha  detto,  già  da  qualche  tempo,  papa  Francesco:  «È  la  terza  guerra  mondiale  a  pezzi».  E, si sa, durante la guerra ogni manifestazione di  massa  (culturale,  sportiva,  etc.) viene  sospesa. Nessuno  griderebbe  allo scandalo.
Molti, anzi, emetterebbero un sospiro di sollievo.

Salvatore  Sisinni, Squinzano (Lecce)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie