Venerdì 03 Luglio 2020 | 20:50

NEWS DALLA SEZIONE

la sorpresa
San Fele: l'«oasi Covid-free» piace alla stampa americana, in prima sul Washington Post

San Fele: l'«oasi Covid-free» piace alla stampa americana, in prima sul Washington Post

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, Laribi carica i biancorossi: «Pronti a scrivere un pezzo di storia»

Bari, Laribi carica i biancorossi: «Pronti a scrivere un pezzo di storia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
Bari, incivili festeggiano a Largo Giannella: all'alba i resti del degrado

Bari, incivili festeggiano a Largo Giannella: all'alba i resti del degrado

 
LecceEmergenza nel territorio
Le campagne in balìa delle bande. Maxi-furto sventato in extremis

Salento, le campagne in balìa delle bande: maxi-furto sventato in extremis

 
FoggiaIl salvataggio
Tartaruga in difficoltà perde uova in mare: visitata nel centro di Manfredonia

Tartaruga in difficoltà perde uova in mare: visitata nel centro di Manfredonia

 
MateraIl caso
Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

Matera, minaccia di morte la moglie poi va in questura con un taglierino: arrestato

 
Potenzasicurezza
Potenza, Tempa Rossa: «risultati analisi non concordanti»

Potenza, Tempa Rossa: «Risultati analisi non concordanti»

 
Tarantofase3
Taranto, uffici comunali: pronta ordinanza per riaprirli al pubblico

Taranto, uffici comunali: pronta ordinanza per riaprirli al pubblico

 
Brindisinel brindisino
Fasano, sparò all'interno di un bar arrestato 32enne: era ricercato anche per traffico di droga

Fasano, sparò all'interno di un bar arrestato 32enne: era ricercato anche per traffico di droga

 
Batfase 3
Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

 

i più letti

Il presidio

Matera, «Siamo tutti scimmie» sit in di protesta dei sindacati contro il caporalato

L'iniziativa nasce dopo l'operazione condotta dalla GdF che ha portato a 52 arresti per associazione a delinquere finalizzata all'intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro e al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

A Matera in Piazza Vittorio Veneto, si è svolto un sit in organizzato dalle segreterie provinciali Cgil, Cisl e Uil Matera e delle organizzazioni di categoria Flai Cgil, Fai Cisl e Uil per denunciare la gravità della situazione emersa dagli arresti e sequestri delle aziende agricole del Metapontino coinvolte nella maxi operazione contro il caporalato e sollecitare la Regione Basilicata a uscire dall’immobilismo sui problemi dell’accoglienza e integrazione dei braccianti agricoli stranieri.

In occasione del sit in verrà presentato l’appello sottoscritto dalle organizzazioni sindacali, associazioni di categoria e del terzo settore con l’intento di raccogliere ulteriori adesioni. Hanno già aderito Anpi Basilicata, Libera Contro le Mafie – Basilicata, Associazione Loe, Cooperativa Polis di Bernalda, Collettivo donne, Associazione Amici della Biblioteca T. Stigliani, Associazione Uisp Basilicata, Associazione Ecos Matera, Teatro dei Sassi, Arci Ferrandina, Cooperativa Mimosa di Grassano.

Quanto avvenuto rappresenta l’ennesima riprova della gravità del fenomeno di sfruttamento dei braccianti agricoli nel Metapontino che, solo un’azione capillare e preventiva sul territorio da parte delle istituzioni, potrebbe debellarlo. Per questo, è necessario che la Regione Basilicata prenda atto delle denunce avanzate dal sindacato confederale e dalle associazioni di categorie circa la presenza dei migranti stagionali in alloggi di fortuna e delle continue sollecitazioni a pubblicare il prima possibile i bandi per la gestione dei centri di accoglienza nel Metapontino.

Un passaggio imprescindibile sia per garantire i livelli essenziale di condizioni igienico sanitarie, sia per consentire il reclutamento della manodopera straniera tramite i Centri per l’impiego e assicurare il trasporto dei braccianti dai centri ai campi in piena regolarità, condizione vincolante per eliminare il meccanismo subdolo su cui fa leva il caporalato. Azioni queste indispensabili per mettere fine a questa piaga sociale che in questo particolare momento di crisi, oltre a danneggiare i diritti e la dignità dei lavoratori coinvolti, danneggia quelle aziende agricole che agiscono nel rispetto delle norme.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie