Giovedì 04 Giugno 2020 | 13:50

NEWS DALLA SEZIONE

la bella stagione
A Porto Cesareo esplode l’estate

A Porto Cesareo esplode l’estate: spiagge del Salento piene e mare cristallino

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariTecnologia
«Immuni, applicazione pericolosa e inutile»

«Immuni, applicazione pericolosa e inutile», il parere dell'avvocato

 
Potenzafase 2
Dalla grande distribuzione ai villaggi turistici: l’obiettivo sono 1.250 test ogni giorno

Dalla grande distribuzione ai villaggi turistici: in Basilicata l’obiettivo sono 1.250 test al giorno

 
Tarantol'onorificenza
Beniamino Laterza

Taranto, un vigilante del «Moscati» ora è Cavaliere della Repubblica

 
Materadalla polizia
Matera, palpeggia 17enne che cammina per strada: arrestato 46enne

Matera, palpeggia 17enne che cammina per strada: arrestato 46enne

 
Foggianel foggiano
San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

 
BrindisiL'intimidazione
Ostuni, incendiata auto a ex sindaco

Ostuni, incendiata auto in pieno giorno: terzo attentato all' ex sindaco

 

i più letti

Sparatoria

Agguato in pieno centro a Bitritto, killer sparano tre le auto: due feriti

Sparatoria in pieno centro a Bitritto. Due persone - una delle quali colpita per caso - sono rimaste ferite in un agguato avvenuto poco dopo le 20 in via Aporti, a pochi passi dalla centralissima piazza Aldo Moro, nei pressi di un circolo ricreativo. Nel mirino dei sicari, quasi certamente un uomo ritenuto vicino ai Di Cosola, Attilio Gargaro, 36 anni.

Non del tutto chiara la dinamica dell'agguato nel corso del quale sono stati esplosi diversi colpi di pistola per strada da parte di uno o più killer giunti forse a bordo di una moto: i proiettili avrebbero raggiunto auto in sosta (almeno tre), mandando in frantumi alcuni finestrini. Non è da escludere che il reale bersaglio del killer, Attilio Gargaro, sia stato inseguito e colpito. Sul cofano di una Fiat Panda sono state rinvenute vistose tracce di sangue.

La ricostruzione della sparatoria è in stila Far west. I sicari hanno aperto il fuoco mettendo a repentaglio l'incolumità di ignari passanti e di gente che affollava la zona, a pochi passi dalla piazza principale. Uno dei proiettili, come già detto, avrebbe investito anche un'altra persona, Luigi Leccese, che era nei pressi del circolo e, a quanto pare, estranea. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e ambulanze del 118. La zona è stata transennata per consentire i rilievo degli investigatori della Scientifica dell'Arma nel tentativo di ricostruire le fasi dell'agguato.

Dei due feriti, il più grave, Gargaro, che avrebbe raggiunto da solo il pronto soccorso del Di Venere perchè raggiunto da diversi colpi (anche all'addome), è finito in sala operatoria; l'altro uomo invece, Luigi Leccese, è stato trasportato al pronto soccorso del Policlinico per una ferita alla regione lombare.

Gargaro è ritenuto una persona di spicco della mala di Bitritto: alcuni anni fa, nel 2014, fu arrestato perchè accusato di estorsione nei confronti di un imprenditore sottoposto a un vero e proprio pestaggio sotto gli occhi della moglie all'esterno di un cantiere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie