Domenica 18 Agosto 2019 | 07:10

Il Biancorosso

Sport
Bari calcio, boom per gli abbonamenti: superati i 5mila tesserati

Bari calcio, boom abbonamenti: superati i 5mila tesserati

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl gesto per gelosia
Taranto, crede che lui abbia un'altra: 27enne gli danneggia l'auto e picchia i poliziotti intervenuti, denunciata

Taranto, crede che lui abbia un'altra: gli danneggia l'auto e picchia i poliziotti intervenuti, denunciata

 
LecceNel Leccese
Galatina, incendio in cementificio: si teme inquinamento ambientale

Galatina, incendio in cementificio: si teme inquinamento ambientale

 
BariLo spettacolo
«I Capuleti e i Montecchi»: l'amore tra Romeo e Giulietta torna a vivere ad Acquaviva

«I Capuleti e i Montecchi»: l'amore tra Romeo e Giulietta torna a vivere ad Acquaviva

 
MateraTragedia nel Materano
Metaponto, donna annega mentre fa il bagno: forse un malore

Metaponto, donna annega mentre fa il bagno: forse un malore

 
BatI numeri
Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

 
BrindisiNel Brindisino
Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

 
FoggiaIl caso
Foggia, gemellini prematuri, uno «scambiato» per femmina: problemi all'anagrafe

Foggia, gemellini prematuri, uno «scambiato» per femmina: problemi all'anagrafe

 

i più letti

Sparatoria

Bari, agguato al San Paolo: grave
un 42 enne. Uccise figlio del boss

Ignazio Gesuito, 42 anni, colpito da una pallottola allo stomaco. Nel 2006 uccise il figlio di Andrea Montani. In mattinata un litigio

BARI - Un garage in via Sicilia al quartiere San Paolo di Bari è stata teatro dell'ultima sparatoria. Per terra ferito Ignazio Gesuito di 42 colpito alle spalle. Un proiettile gli avrebbe perforato lo stomaco: l'uomo è stato operato all'ospedale Di Venere di Carbonara. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del comando provinciale di Bari. Gesuito è già noto alle cronache, nel 2006 fu arrestato con l'accusa di aver ucciso Salvatore Montani, il figlio diciottenne del boss Andrea. Lo scorso maggio era uscito dal carcere dove aveva finito di scontare una condanna a 15 anni di reclusione.

L’agguato è avvenuto all’interno di un garage condominiale gestito da Gesuito, all'angolo tra via Piemonte e via Sicilia. Secondo quanto accertato dai carabinieri, sarebbero stati sparati almeno nove colpi, due dei quali sono andati a segno, con una pistola calibro 9. I carabinieri hanno ascoltato persone a lui vicine ed eseguito una serie di perquisizioni. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, pare che Gesuito abbia avuto una lite, in mattinata, con persone non ancora identificate. Non è chiaro se il ferimento sia conseguente a questo evento o sia maturato in un contesto differente.

L’omicidio per cui Gesuito ha scontato 15 anni di carcere risale al 10 giugno del 2006 quando l’uomo gestiva un negozio di animali. La vittima, il diciottenne Salvatore Montani, era andata al negozio con il cugino Giovanni Montani, giovane calciatore (a sua volta ucciso pochi mesi dopo) e ad un altro giovane per comprare un cane che il calciatore intendeva regalare alla sua sorellina.

Il prezzo richiesto da Gesuito, 1400 euro, era apparso esoso e ne nacque una violenta lite al termine della quale i tre presero il cane senza pagare l’importo richiesto. Gesuito (che all’epoca aveva già precedenti penali) prese allora una pistola che aveva illegalmente nel negozio e sparò uccidendo il giovane Salvatore Montani che era figlio del boss barese a capo clan del quartiere San Paolo di Bari, Andrea Montani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie